Ovuli rubati: ecco le motivazioni della condanna di Severino Antinori

ovuli rubati

Le motivazioni della sentenza che ha condannato il dottor Severino Antinori.

Unimamme, torniamo a parlarvi della vicenda riguardante gli ovuli sottratti di cui vi avevamo parlato in passato.

Antinori: le motivazioni della sentenza

Forse ricorderete che Severino Antinori è stato riconosciuto colpevole di aver espiantato 8 ovuli a un’infermiera spagnola senza il permesso della donna nella clinica milanese Matris. Per questo grave reato il ginecologo è stato condannato a 7 anni e 10 mesi, oltre a una multa di 3500 Euro.

Al processo erano state coinvolte altre 4 persone che poi avevano ricevuto pene fino a 5 anni e 2 mesi.

Ora sono state condivise le motivazioni della sentenza. Antinori avrebbe avuto un comportamento “vessatorio e impositivo” creando quindi un clima di sudditanza psicologica nei confronti dei suoi collaboratori e co imputati.

La segretaria della clinica Matris, Bruna Balduzzi e l’anestesista della clinica Antonio Marcianò hanno patteggiato 2 anni con pena sospesa.

I giudici hanno motivato così questa scelta: “il fine ultimo perseguito dalla Balduzzi e da altri correi era poi quello, nel contesto organizzato della clinica Matris e sotto l’egida di Antinori, di acquisire illecitamente gameti femminili per la realizzazione di Pma di tipo eterologo”.

Come accennavamo, con la sua influenza Antinori ha creato un clima di sudditanza psicologica che “traspare chiaramente dai contenuti delle telefonate intercettate, ove quest’ultimo usa spesso, anche con i propri dipendenti, toni di voce imperativi, che non ammettono discussioni o repliche, con sfruttamento, oltre misura, del proprio ruolo di datore di lavoro”.

Sempre stando a quanto riportato dai giudici dal “coacervo delle conversazioni telefoniche intercettate è emersa una certa attitudine di Antinori nel perseguire i suoi scopi, anche pratici, usando un linguaggio duro, a volte minaccioso e violento, avvalendosi per il raggiungimento dei suoi fini, anche dei suoi dipendenti e collaboratori, spesso in condizioni di sudditanza psicologica nei suoi confronti”.

Ad Antinori è stata anche imposta la sospensione dalla professione per 5 anni e 6 mesi.

Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla su Repubblica?

Leggi anche > “Mi ha espiantato gli ovuli con la forza”: famoso ginecologo italiano arrestato