Bambino di 4 anni cade da un balcone: un ragazzo lo afferra al volo (FOTO)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:18

Il dipendente di una pompa di benzina sabato pomeriggio ha salvato la vita a un bambino di 4 anni caduto dal balcone.

Angel Micael Vargas Fernandez è un ventenne argentino che, sabato 14 settembre, ha salvato la vita a un bimbo precipitato da un balcone vicino al luogo dove lavorava, a Casalmaiocco, in provincia di Lodi.

Bambino di 4 anni cade dal balcone ma un giovane lo salva

Fernandez, da 12 anni in Italia, vive a Sordio e frequenta i corsi serali di informatica dell’Itis Volta di Lodi, quel giorno fatale svolgeva il suo lavoro part time come dipendente del benzinaio con autolavaggio.

Secondo la prima ricostruzione dei fatti mentre Fernandez svolgeva il suo lavoro,i genitori di un bimbo di 4 anni, che ora sono indagati, hanno lasciato da solo il figlio in un appartamento di un condominio della statale 159. Il piccolo, impaurito dal fatto di trovarsi solo è andato sul balcone dove Fernandez e un cliente cinquantunenne l’hanno visto scavalcare e poi arrampicarsi sulla balaustra.

Mentre urlavano di terrore Fernandez ha avuto la presenza di spirito di portare un furgone Mercedes sotto al balcone, salendoci sopra per raggiungere il bambino.

Nel frattempo altre persone hanno citofonato per cercare i genitori del piccino, ma non hanno trovato risposta.

fonte foto: Ansa

Purtroppo anche salendo sul furgone il ragazzo non è stato in grado di afferrare il piccolo che pendeva dal secondo piano, a un’altezza di 8 metri dal suolo.

A un certo punto il bimbo non ce l’ha fatta più ed è precipitato, così Fernandez si è buttato al volo per prendere il piccino, facendogli da scudo nella caduta.

LEGGI ANCHE > BAMBINO RISCHIA DI CADERE DA UN PALAZZO MA VIENE SALVATO DA UN EROE (VIDEO)

Successivamente Fernandez, come il bimbo, è stato trasportato in ospedale. Il giovane fa fatica a camminare, ha ferito al mento, a una mano e a un ginocchio. Fernandez però rassicura tutti: “Sto bene”.

Il giovane non vuole essere chiamato eroe e, alla fine dell’incredibile pomeriggio di sabato, si è lasciato andare a lacrime di sollievo ed emozione.

Suo padre ha commentato:

Abbiamo un vero e proprio angelo in famiglia. Lo sappiamo da sempre e oggi ne abbiamo avuta un’ulteriore conferma”.

Poi ha aggiunto: “Mio figlio Angel ha anche frequentato da piccolo, in Argentina, una scuola cattolica gestita dalle suore. E arrivato in Italia, 12 anni fa, non ha mai dimenticato gli insegnamenti con alla base l’aiuto al prossimo. Se lo chiamano di notte amici o conoscenti che hanno bisogno di aiuto, lui si alza dal letto e va a aiutarli. E’ un figlio davvero speciale”.

Angie Melisa, sorella di Angel ha dichiarato: “mio fratello non si risparmia mai. Se vede qualcuno in difficoltà lo aiuta senza remore. Quando mia sorella ha bisogno per sua figlia lui c’è sempre. Siamo tre fratelli in famiglia, due ragazze e lui, che è il più piccolo E’ sempre stato molto altruista, dà sempre una mano come può. Non mi stupisce quello che ha fatto: per lui i bambini, in quanto indifesi, vengono prima di tutto”.

Unimamme, cosa ne pensate di questo salvataggio di cui si parla su Ansa?