9 morti al giorno per incidenti stradali, interviene una task force | VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:38
0
32

In Italia ancora moltissime persone muoiono a causa di incidenti stradali o rimangono ferite.

morti sulle strade
9 morti al giorno per incidenti stradali, interviene una task force Universomamma.it

Unimamme, oggi dobbiamo fare il punto sulla pericolosità delle strade italiane dove, ogni giorno, muoiono 9 persone.

Incidenti stradali in Italia: dove è più pericoloso muoversi

Unimamme, anche l’ultimo weekend è stato teatro di un sanguinoso bilancio sulle nostre strade. Una mamma ha perso le due figlie: Chiara e Francesca Mercurio che sono morte in un incidente stradale. Ogni giorno in Italia muoiono 9 persone a seguito di incidenti stradali e altre 665 persone rimangono ferite. Il bilancio del 2018 è grave:

  • le vittime sono 3334
  • i feriti sono 250 mila
  • in complesso si sono verificati 172 553 incidenti con lesioni a persone

Dal 2017 le vittime sono diminuite: -1,3%. Per quanto riguarda i morti è aumentato quello dei pedoni: + 2%, i ciclomotoristi sono il 17,4% in più. Si registrano molte vittime tra i giovani, tra i 19 e i 24 c’è stato un incremento del 25,4%. Secondo l’Aci ci sono alcune province più “pericolose” di altre:

  • Genova
  • Bari
  • Brescia

sono le province dove si sono contati più morti, Genova è al primo posto a seguito del tragico crollo del Ponte Morandi.

Il conteggio dei morti, invece, è scoso a:

  • Modena
  • Foggia
  • Cuneo
  • Trento

Rispetto al 2010, quando ci furono 4 mila morti c’è stato un calo del 19%. Ad Agrigento c’è stato un calo del 78% delle vittime in 9 anni. Questo è successo a :

  • Barletta-Andria-Trani,
  • L’Aquila,
  • Campobasso,
  • Taranto e
  • Terni.

Per quanto riguarda l’indice di mortalità, cioè i morti in rapporto al numero di vittime per cento le tabelle dell’Aci vedono in testa:

  • Matera
  • Benevento
  • Foggia

Ai primi posti ci sono anche:

  • Vercelli
  • Aosta
  • Genova

Il venerdì è il giorno in cui avvengono più incidenti, l’orario più pericoloso è tra le 18 e le 20. I percorsi urbani delle autostrade sono i più pericolosi. Sono a rischio:

  • il tratto romano dell’A24
  • il raccordo di Reggio Calabria
  • la tengenziale nord di Milano

Sulle strade extraurbane 1 morto su 3 è:

  • un pedone
  • un ciclista
  • moticiclista

LEGGI ANCHE > PATENTE A 18 ANNI I RAGAZZI PREFERISCONO LO SMARTPHONE

Le cause degli incidenti sono:

  • uso di cellulari e apparati elettronici
  • mancato rispetto delle precedenze
  • velocità elevata

A rendere rischiosa una strada possono essere:

  • mancanza della segnaletica
  • inadeguatezza delle protezioni
  • buca

Forse non sapete che esiste un centro di eccellenza per la sicurezza stradale,  reso operativo da un protocollo firmato oggi a Roma da Polizia di Stato, Sapienza università di Roma, Fondazione Ania e Asl Roma1. Lo scopo è quello di creare un modello predittivo dei comportamenti e dei profili di rischio per diminuire il numero di incidenti. I dati sugli incidenti saranno incorporati in un database in forma anonima. Il centro, come riportato su Polizia di Stato, elaborerà attività di comunicazione, di comprensione del fenomeno infortunistico in relazione alle cause di inidoneità fisica dei conducenti e svilupperà l’elaborazione e la produzione di dati scientifici sullo studio del fattore umano, partendo dagli incidenti stradali.

Sempre questo nuovo centro sviluperà iniziative di prevenzione dedicate ai cittadini o a specifici ambiti come scuole, centri anziani e luoghi di lavoro per personale sanitario, Forze di polizia che devono prestare il primo soccorso psicologico alle vittime degli incidenti. Unimamme, voi cosa ne pensate della pericolosità delle strade che noi e i nostri figli percorriamo quotidianamente e riportato su Radio24?

 

Per restare sempre aggiornato su richiami, notizie e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

morti sulle strade
9 morti al giorno per incidenti stradali, interviene una task force Universomamma.it