Durante un nubifragio a Genova è crollato un ponte autostradale: diversi i morti, i dispersi e i feriti.

Avevamo parlato del maltempo previsto per Ferragosto ma non pensavamo a una tale tragedia: a Genova è crollato un ponte sull’autostrada A10, il Ponte Morandi per un tratto di circa 200 m.

Il viadotto, che risale agli anni ’60 e che sovrasta un quartiere della città, con case, centri commerciali e capannoni industriali, è crollato intorno a mezzogiorno. Il crollo di una parte sembrerebbe dovuto ad un cedimento strutturale, cedimento temuto secondo quanto riportano i media.

Al momento il bilancio delle vittime è di almeno 22 morti e 8 feriti gravi, secondo quanto riferito dal viceministro ai Trasporti, Edoardo Rixi, e tra i morti ci sarebbe anche un bambino.

Purtroppo diverse auto sono rimaste schiacciate sotto le macerie, almeno una ventina.

I soccorsi sono al lavoro e diverse squadre stanno arrivando da regioni vicine.

Ho visto il ponte crollare sotto i miei occhi“, “un fulmine l’ha colpito prima del crollo” sono alcuni dei racconti dei testimoni.

Speriamo che il numero dei morti non aumenti e che tutte le persone ancora sotto le macerie siano trovate al più presto.

Che altro aggiungere unimamme, se non che i nostri pensieri vanno alle famiglie delle vittime.