“Senza si è violenza”: la legge anti stupro in Spagna | FOTO
“Senza si è violenza”: la legge anti stupro in Spagna | FOTO

“Senza si è violenza”: la legge anti stupro in Spagna | FOTO

Il governo in Spagna ha lanciato una legge anti stupro: “senza si è violenza”. 

legge anti stupro
“soltanto si vuol dire si ” | Legge anti-stupro in Spagna | Universomamma.it ( LLUIS GENE/AFP via Getty Images)

Ovunque nel mondo il movimento femminista si batte per i diritti delle donne. In alcuni paesi come la Turchia, dove è stata presentata una proposta di legge che legittima la violenza sessuale, i diritti delle donne sono continuamente minacciati, in altri come l’Italia invece si fanno passi avanti ma molto lentamente.

Arrivano però buone notizie dalla Spagna: il governo progressista infatti ha lanciato una legge anti stupro e contro la violenza sulle donne, che verrà approvata nei prossimi mesi. Secondo questa legge il consenso inequivocabile del partner è fondamentale. “Senza si è violenza”. Lo slogan delle femministe è diventata una riforma: “soltanto si vuol dire sì”.

Alla vigilia dell’8 marzo il governo spagnolo lancia una legge a tutela delle donne

In un rapporto sessuale è necessario il consenso libero del partner, un si senza condizionamenti. Sembra un’ovvietà ma purtroppo la storia giudiziaria è costellata di sentenze di stupro ingiuste che hanno indignato l’opinione pubblica. Come la sentenza del 2018 su quel branco (Manada) di 5 stupratori condannati al pari di un lieve abuso sessuale, di cui abbiamo già parlato: la sentenza pronunciata dal tribunale di Navarra aveva suscitato forte indignazione in tutta la Spagna, con accese proteste e manifestazioni pubbliche che hanno visto la partecipazione anche di uomini. Ora a poco più di un anno di distanza da quella sentenza, per la vittima è arrivata un po’ di giustizia. Adesso il concetto è chiaro “senza un si inequivocabile è violenza” ed è stato finalmente formalizzato in una legge e questo è fondamentale soprattutto per quei casi nei quali la vittima sia psicologicamente sottomessa ed incapace quindi di dire di no e di difendersi. Oppure nel caso la vittima sia alterata a livello psicologico.

E’ stata specificato nella legge cosa si intende per consenso: “Non esiste consenso quando la vittima non abbia manifestato liberamente con atti espliciti, inconfutabili e inequivoci” la “propria espressa volontà di partecipare all’atto”.

Questa legge non inasprisce le pene ma aiuterà queste vittime ad avere giustizia: è stata infatti cancellata la distinzione tra abuso e aggressione sessuale utilizzata fin troppe volte per derubricare gli stupri e le molestie, portando ambiguità nelle sentenze e di conseguenza molte proteste.

LEGGI ANCHE —> RAGAZZA MUORE PER SFUGGIRE AD UNO STUPRO DI GRUPPO: CONDANNA DIMEZZATA PER LA PRESCRIZIONE | LO SFOGO DEL PAPA | FOTO

La ministra dell’uguaglianza Irene Montero, una delle leader di Podemos, che forma il governo di coalizione con il partito socialista spiega: “questa riforma è la prova che la nostra società non tollera più la violenza maschilista” e che la Spagna diventerà “un Paese più sicuro per le donne”. Secondo Pedro Sanchez colpendo le molestie di strada, gli atteggiamenti offensivi, gli insulti in strada e nei luoghi pubblici ma anche nei bar o in feste private e concerti, anche queste punite con multe e lavori socialmente utili, si vuole difendere la libertà sessuale. Nel codice penale si fa riferimento anche alle molestie occasionali, ovvero quei comportamenti sessisti che mettono la vittima in una situazione oggettivamente umiliante intimidatoria. Nel caso la vittima sia poi un coniuge ,un ex, o un parente è prevista un’aggravante.
Le pene salgono anche in ambito lavorativo e scolastico ( sollecitazioni sessuali).

La legge prevede una serie di nuove misure di assistenza alle vittime, come i centri antiviolenza aperti 24 ore su 24 e la specializzazione di magistrati nella lotta questo tipo di reati.

LEGGI ANCHE —> STUPRO DI UNA 14ENNE: E’ “SOLO” ABUSO PERCHE LEI ERA UBRIACA | FOTO

Unimamme davvero un’ottima notizia riportata anche da La Stampa! Voi cosa ne pensate?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

legge anti stupro
“soltanto si vuol dire si ” | Legge anti-stupro in Spagna | Universomamma.it (LLUIS GENE / AFP GettyImage)