I nonni protetti dalla “genetica”: lo studio

Uno studio ha scoperto che esistono dei geni il cui compito è proteggere i nonni, si sono evoluti per svolgere questa missione.

nonni geni proteggere
I nonni protetti dalla “genetica”: lo studio | Universomamma.it

Uno studio ha scoperto che esistono dei geni il cui compito è proteggere i nonni, si sono evoluti per svolgere questa missione. Secondo Ajit Varki, uno dei ricercatori che ha partecipato allo studio: “Le nonne sono così importanti che abbiamo anche sviluppato geni per proteggere le loro menti”.  A differenza delle altre specie, nella nostra specie umana, rimaniamo in vita per lungo tempo, anche dopo aver assolto il compito di riprodurci. Gli studiosi chiamano questa realtà “teoria della nonna” e sulla base di essa spiegano il proseguire della vita sino alla vecchiaia.

LEGGI ANCHE —> I NONNI SONO IMPORTANTI PERCHE’

INSIEME DI GENI CHE SI OCCUPANO DELLA PROTEZIONE DEI NONNI

Secondo  la “teoria della nonna”, questa longevità è dovuta al fatto che le nonne hanno sempre aiutato le mamme con i loro figli consentendo loro di continuare a procreare in questo modo favoriscono la trasmissione dei propri geni anche se lo fanno incosciamente. Per potersi prendere cura dei propri nipoti i nonni devono però essere in ottima forma,sia mentale che fisica.

LEGGI ANCHE —> “SE MUORE UN NONNO”: LINO BANFI PARLA DEL CORONAVIRUS

Uno studio uscito sulla rivista Pnas, condotto da un gruppo di ricercatori dell’ Università della California a San Diego, ha scoperto che esistono un insieme di geni che si occupano della protezione dei nonni e della loro salute, in questo modo potranno essere in grado di occuparsi dei loro nipoti. La scoperta è avvenuta per caso, i ricercatori stavano studiando un gene CD33, che aiuta a controllare la risposta dell’organismo all’infiammazione e alle infezioni. E’ un gene collegato in qualche modo alla malattia dell‘alzheimer, una sua variante sembra favorire la malattia, un’altra variante invece sembra proteggere dalla malattia. Gli scienziati si sono soffermati sullo studio di queste varianti, anche quelle relative ad altre malattie della vecchiaia come l’ipertensione e la demenza. Lo studio è stato fatto non solo sull’uomo ma condotto anche su scimpanzè ed altre scimmie. Si è scoperto che mentre le varianti che favoriscono queste malattie sono in egual misura tra noi e gli animali, quelle che invece sono protettive si sono sviluppate maggiormente nell’uomo a prescindere dall’etnia.

L’aumento della variante protettiva negli uomini ci far pensare che madre natura si voglia prendere cura dei nostri nonni perchè sono degli esseri meravigliosi ed importantissimi, l’evoluzione mira infatti a tutelarli. Una fortuna per tutti quei bambini che possono approfittare di questa evoluzione e goderseli.

LEGGI ANCHE —> I BAMBINI POSSONO ABBRACCIARE I NONNI: LINEE GUIDA DELLA SVIZZERA

LEGGI ANCHE —> LE NONNE E I BAMBINI DEL CENTRO ACCOGLIENZA: LA FOTO VIRALE CHE PARLA D’AMORE

E voi unimamme cosa ne pensate, eravate a conoscenza di questa splendida scoperta di cui parla focus?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.