“Mascherine a scuola non obbligatorie”: l’ipotesi dell’immunologo Le Foche
“Mascherine a scuola non obbligatorie”: l’ipotesi dell’immunologo Le Foche

“Mascherine a scuola non obbligatorie”: l’ipotesi dell’immunologo Le Foche

Mascherine a scuola, Le Foche parla in un’intervista di questo periodo che stiamo attraversando. L’immunologo dice no alla paranoia.

Mascherine scuola Le Foche
“Mascherine a scuola non obbligatorie”: l’ipotesi dell’immunologo Le Foche – Universomamma.it

L’immunologo Francesco Le Foche che lavora al Policlinico universitario Umberto I ha rilasciato un’intervista al Corriere nella quale vuole tranquillizzare i cittadini. Per l’immunologo ci sono degli atteggiamenti sbagliati che alcune persone stanno mettendo in atto in questa seconda fase. Inoltre, invita i cittadini a mantenere la distanza, ma anche e sopratutto la ragionevolezza, “altrimenti non recupereremo la normalità, la vita sociale è fondamentale per l’uomo quindi dobbiamo tornare a viverla“.

LEGGI ANCHE —> “FUTURO PIU’ ROSEO DI QUELLO CHE PENSIAMO”: LE PREVISIONI DI UN ESPERTO | VIDEO

Le Foche: “spero che le mascherine a scuola non saranno obbligatorie”

Per Francesco Le Foche le persone che quando camminano sul marciapiede cambiano stra se incontrano un passante o che al parco, anche se indossano la mascherina, si allontanano dalle altre persone anche di parecchi metri sono paranoici e sono comportamenti che si devono evitare.

In questi giorni, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che le mascherine sono importanti in caso di affollamenti, quindi sull’uso del dispositivo, Le Foche afferma, durante l’intervista a Domenica In: “toglie la possibilità del virus di entrare nel nostro organismo, bisogna continuare ad usarle, anche all’aperto se ci troviamo in mezzo a molta gente”.

Con la speranza che anche i bambini non debbano usarla a settembre: “Spero che quando ricomincerà la scuola la circolazione del virus sia così bassa da non obbligare bambini e ragazzi a metterla. Capisco che è una condizione apparentemente mortificante, ma è basilare per la salute pubblica“.

Per l’immunologo è importante ristabilire la vita sociale ed è sicuro che le cose “andranno sempre meglio nelle prossime settimane e nei prossimi mesi“. Sempre che si mantengano delle “precauzioni razionali in certi ambienti chiusi e affollati“.

LEGGI ANCHE —> “SECONDA ONDATA? NON MI PREOCCUPA”: IL PARERE DI UN IMMUNOLOGO IN PRIMA LINEA | VIDEO

Ha voluto tranquillizzare tutte quelle persone che per paura “non mettono il naso fuori di casa” ricordando che ci sono tanti mezzi sofisticati per reagire all’emergenza e da qui in avanti ce ne saranno ancora tanti altri.

Un messaggio positivo anche in vista delle vacanze: “Potendo mantenere le distanze io partirei sereno. Sulla spiaggia lettini e ombrelloni sono organizzati in sicurezza. Non c’è motivo di indossare la mascherina tranne quando andiamo al bar dello stabilimento e sono presenti molte persone“.

Per chi invece vuole andare in palestra consiglia di ridurre il tempo di allenamento e per chi vorrà andare al cinema o al teatro il consiglio è sempre quello di mantenere le distanze ed evitare la calca del pubblico.

Per i baci ed abbracci bisognerà ancora aspettare: “Teniamoli in sospeso ancora un po’. L’uomo è predisposto alla socializzazione, non può vivere da eremita. Quando verrà il momento li riprenderemo. Non credo che il mondo sia cambiato per sempre“.
Voi unimamme cosa ne pensate delle parole dell’immunologo? Speriamo che le mascherine non saranno obbligatorie a scuola!
Per restare sempre aggiornato su notizie, richiami e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram o su GoogleNews.Mascherine scuola Le Foche