Bonus casalinghe: cos’è, a chi spetta e quanto e come richiederlo

Nel decreto agosto è stato inserito anche il “bonus casalinghe”, cerchiamo di capire come funziona: cos’è, a chi spetta e quanto e come richiederlo.

bonus quanto e come richiederlo
Bonus casalinghe: cos’è, a chi spetta e quanto e come richiederlo | Universomamma.it (fonte: adobe)

La legge di bilancio 2018 ha stanziato delle risorse a sostegno delle famiglie: come sempre accade lo Stato riserva alle donne, mamme, casalinghe, disoccupate e non, una serie di aiuti economici per sostenere la famiglia in momenti difficili come la nascita di un neonato o la perdita del lavoro. Il” bonus casalinghe” è stato introdotto proprio per  andare incontro alle donne in questi frangenti. Ma spieghiamo cos’è il bonus casalinghe, come funziona, a chi spetta e quanto e come richiederlo.

LEGGI ANCHE —> BONUS VACANZE: PARTITE LE DOMANDE PER AVERE FINO A 500 EURO

Nel decreto agosto abbiamo inserito 3 milioni di euro per un fondo interamente destinato alla promozione della formazione personale delle donne e in particolare alle casalinghe, servirà ad attivare percorsi volti a favorire l’acquisizione di nuove competenze e l’accesso a opportunità culturali e lavorative” ha spiegato la ministra delle pari opportunità Elena Bonetti su Facebook, per poi aggiungere “È un provvedimento che ho voluto e sostenuto con forza, pensando alla necessità che l’autonomia personale delle donne sia sempre sostenuta, anche nei contesti domestici. Quello che chiamiamo empowerment femminile nasce dalla formazione, e le opportunità di formazione nascono lì dove si crede e si investe nel valore delle persone. Anche oggi affermiamo che l’Italia crede nelle donne, tutte, e scommette su di loro, soprattutto ora che abbiamo l’opportunità di ripartire. Con le energie di tutti, donne e uomini insieme

“Bonus casalinghe”: cos’è, a chi spetta, quanto e come richiederlo

bonus cos'è
Bonus casalinghe: cos’è, a chi spetta e quanto e come richiederlo | Universomamma.it (fonte: adobe)

Innanzitutto bisogna chiarire che quando si parla di bonus casalinghe non si tratta di un unico bonus bensì di diversi bonus Inps che ognuno può richiedere in base ai propri requisiti:

  1. bonus mamma domani (o premio nascita) per tutte le donne che diventano mamme sia che siano disoccupate che lavoratrici ed indipendentemente dal reddito. Importo: sono 800 € una tantum all’arrivo del bambino e non dipende dal reddito. Requisiti richiesti:  non sono previsti per questo bonus dei limiti reddituali la domanda va fatta all’Inps a partire dal settimo mese di gestazione. Bisogna chiedere al proprio ginecologo il certificato di gravidanza alla 32ª settimana di gravidanza e poi richiedere il bonus all’Inps o tramite il sito,call center o patronato.
  2. bonus bebè (o assegno di natalità) È un altro contributo che spetta alla donna che partorisce e questo dipende dal reddito della mamma e va quindi a sostegno delle mamme che hanno un basso reddito. Importo: il bonus cambia in base all’Isee e va da un minimo di 960 € a un massimo di 1920 €. L’importo è annuale e l’Inps lo corrisponde con rate mensili. Requisiti richiesti:  l’assegno spetta a chi ha dei figli minorenni con un Isee minore di 25.000 €. Di solito l’Inps corrisponde la cifra in rate mensili fino a un massimo di 36 rate quindi dalla nascita fino al compimento del terzo anno.
  3. bonus mamme disoccupate (assegno di maternità dei comuni) a questo bonus hanno diritto le madri disoccupate. Importo: questa misura va chiesta direttamente al comune di residenza ed è di 1545,55 €. Requisiti richiesti: bisogna farne domanda al Comune di residenza e ne ha diritto chi ha l’ Isee non superiore ai 32.222,66 € annui e se il tuo nucleo familiare è di sole tre persone.
  4. bonus asilo nido è una somma unica che va al genitore di un bimbo che e a gravi patologie e può essere utilizzata per pagare asili nido pubblici, privati o altre forme di assistenza a domicilio. Importo: è un importo di 1000 € erogato in 11 rate di 90,91 € e non dipende dal reddito. Requisiti richiesti: spetta soltanto ai genitori di bambini di età inferiore ai tre anni che hanno gravi patologie, la richiesta va fatta all’Inps.
  5. reddito di cittadinanza è un sostegno a favore delle famiglie che vivono in una situazione di difficoltà per uno o più membri della famiglia. Importo: varia In base all’Isee e ai componenti familiari. Requisiti richiesti: è un bonus a sostegno di chi è in difficoltà economica, lo scopo di questo reddito aiutare il singolo o le famiglie nelle spese quotidiane e nel trovare un nuovo lavoro. Chi percepisce il reddito viene infatti inserito in apposite liste da cui i centri per l’impiego traggono candidati quando ci sono delle richieste di lavoro oppure per corsi di formazione e riqualificazione professionale . Puoi trovare qui ulteriori informazioni sul reddito di cittadinanza.
  6. social card se hai dei figli di età inferiore ai tre anni con questa carta puoi fare degli acquisti destinati alla tua famiglia. Se la famiglia è numerosa il bonus aumenta. Valida anche per gli anziani di età maggiore hai 65 anni. Importo: è una carta prepagata, ogni bimestre lo Stato la ricarica di 80 € e si può usare per l’acquisto solo di cibo medicine o bollette da pagare. Requisiti richiesti: ne hai diritto se:
    • hai almeno 65 anni oppure se hai un bambino di almeno tre anni
    • se hai un Isee inferiore ai 6.863,29 €
    • se hai un patrimonio mobiliare (conto corrente, deposito eccetera) non superiore ai 15.000 €

LEGGI ANCHE —> BONUS FIGLI PER TUTI | IMPORTI E REQUISITI NELLA PROPOSTA PER IL NUOVO DECRETO CURA ITALIA | FOTO

Come fare domanda:

Se il tuo bonus è erogato dall’Inps: bonus mamma domani, il bonus bebè, il bonus asilo nido e il reddito di cittadinanza,  puoi fare domanda tramite:

  1.  il sito Inps
  2. un patronato della tua città
  3. call center Inps

Per l’assegno di maternità devi rivolgerti al Comune, devi compilare dei moduli direttamente in comune.

Infine per la social card va fatta domanda presso l’ufficio postale, i moduli da compilare si trovano direttamente alla posta.

LEGGI ANCHE —> NUOVO CONGEDO DI MATERNITA’, COME FARE DOMANDA | INDICAZIONI DALL’INPS

cos'è quanto e come richiederlo
Bonus casalinghe: cos’è, a chi spetta e quanto e come richiederlo | Universomamma.it (fonte: adobe)

Care unimamme cosa ne pensate di questa proroga di cui parla il messaggero? Avete già provveduto a farne richiesta? Per ulteriori chiarimenti collegatevi al sito dell’INPS.

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili  su GOOGLENEWS.