Alla scoperta dei cereali per i nostri bimbi, i benefici in uno studio Usa

I cereali, spesso poco utilizzati per l’alimentazione dei bimbi, apportano benefici importanti secondo un recente studio Usa.

alla scoperta dei cereali
immagine da adobestok

Pasta e pane sono la principale fonte di cereali dei nostri bimbi, soprattutto quelli italiani. Ma scopriamo gli altri tipi di cereali e i benefici che apportano

Alla scoperta dei cereali per i nostri bimbi e dei loro benefici

cereali per i nostri bimbi
immagine da adobestock

Uno studio americano pubblicato sulla prestigiosa rivista Nutrients ha sottolineato come l’assunzione di cereali di diversa natura, quindi non solo pane e pasta, abbia effetti benefici nei bambini e nei neonati, analizzando per la prima volta anche la fascia 0/2 anni.

LEGGI ANCHE: LA DIETA PERFETTA NON ESISTE: LA SCIENZA SPIEGA PERCHÉ ALCUNI REGIMI ALIMENTARI NON FUNZIONANO

In particolare secondo questo studio l’integrazione dei cereali nella dieta aumenterebbe l’apporto di ferro, fibre, minerali e vitamine importantissimi per l’attività celebrale, per la concentrazione e la memoria, ma anche per il benessere fisico complessivo dei bimbi a breve e lungo termine.

I cereali però apportano anche maggiore energia e maggiori quantità di zuccheri e sodio, quindi occorre limitare l’uso di insaporitori quali zucchero e sale. Molti di questi cereali si prestano a svariate preparazioni sia dolci che salate, oltre ad essere venduti come farine alternative a quella bianca.

LEGGI ANCHE: ALIMENTAZIONE BIOLOGICA PER I BAMBINI: QUANDO E PERCHÉ SCEGLIERLA

Ma quali sono nello specifico i cereali così ricchi di sostanze nutrienti?

  • l’orzo
  • il kamut
  • l’avena
  • il grano saraceno
  • il bulgur
  • il miglio
  • la quinoa
  • l’amaranto
  • la segale 

Quali sono invece i nutrienti così importanti contenuti nei cereali?

Tutti i cereali sopraelencati contengono fibre, minerali quali fosforo, ferro, zinco, potassio e magnesio, vitamine importantissime come quelle del gruppo B e la vitamina E, amminoacidi come lisina, triptofano, riboflavina, tiamina e altro ancora.

Sono tutti elementi importantissimi per la crescita ma anche per le funzioni celebrali: aiutano infatti la memoria, la concentrazione, aiutano a combattere la stanchezza e alcuni come il triptofano sono anche in grado di favorire il sonno.

In definitiva, converrebbe integrare i cereali nella alimentazione dei bambini e dei neonati, sia come farine per le pappe dello svezzamento, sia come pasto vero e proprio quando i bambini crescono.

Anche perché i bambini abituati a mangiare questi cibi nella loro alimentazione avrebbero maggiore inclinazione al consumo di frutta, verdura, carne, pesce e, in generale, ad una alimentazione più sana e bilanciata.

LEGGI ANCHE: COSA CONTIENE IL CIBO SPAZZATURA CHE PIACE AI BIMBI E COME EVITARLO

Ecco perché varrebbe la pena scoprire o riscoprire questi cereali, spesso antichi ma dimenticati nella nostra alimentazione, e iniziare a consumarli per ampliare l’apporto nutritivo nella nostra dieta, ma anche per contrastare lo spropositato aumento di alimenti con valore nutrizionale povero ma ricchi di grassi dannosi.

alla scoperta dei cereali per i bimbi
immagine da adobestock

E voi unimamme conoscevate le proprietà dei cereali?

Per restare sempre aggiornato su notizie, richiami e tanto altro continua a seguirci su GoogleNews.