Organizzare l’armadio dei bambini, praticità ed economia

Organizzare l’armadio dei bambini è un modo per avere sempre tutto a portata di mano, semplificare la vita a bimbi e mamme ed evitare spese superflue

organizzare l'armadio dei bambini
immagine da adobestock

L’armadio dei bambini è sempre un caos. Se volete fare ordine ma anche insegnare ai vostri figli come vestirsi da soli ecco alcuni suggerimenti utili

Come organizzare l’armadio dei bambini in modo pratico

organizzare l'armadio dei bambini praticità
immagine da adobestock

Le prime valutazioni che dovete fare sono sul tipo di armadio che avete: quanti ripiani e quanti cassetti ci sono e come sono disposti, poi deciderete come organizzare lo spazio.

LEGGI ANCHE: CAMERETTA PER BAMBINI | LASCIATEVI ISPIRARE DAL METODO MONTESSORI

Se i vostri bimbi sono molto piccoli, converrà avere un armadio con cassetti chiusi per evitare che in pochi secondi di distrazione abbiano già rovesciato tutto per terra.

Se invece i bimbi sono più grandi e volete che imparino a scegliere i vestiti e a vestirsi in autonomia, converrà avere dei ripiani con i vestiti a vista.

Se poi avete più figli con un solo armadio, il consiglio è quello di dividere bene gli spazi per evitare confusione, soprattutto quando si va di corsa.

Di solito negli armadi è presente un ripiano più alto, dove potrete collocare scatole per il cambio di stagione, etichettate per sapere sempre cosa c’è dentro. Una scatola con le trapunte invernali, una con l’abbigliamento estivo, una con quello invernale e così via. Se avete poco spazio a disposizione potete optare per le buste sottovuoto, pratiche e molto meno ingombranti.

LEGGI ANCHE: RICICLARE I VESTITINI PER IL SECONDO FIGLIO: UN VADEMECUM DEL RISPARMIO

Poi c’è la barra appendiabiti, da utilizzare per cappotti in inverno e vestiti più eleganti che non devono essere stropicciati.

Nei cassetti, se ci sono, potrete suddividere il resto dell’abbigliamento: un cassetto per le t-shirt a mezza manica o a manica lunga, un cassetto con pantaloni e leggins, un cassetto con la biancheria intima, magari divisa con gli appositi separatori, un cassetto con l’abbigliamento sportivo per esempio tute o abbigliamento per la danza, un cassetto per l’abbigliamento scolastico se i vostri bimbi indossano divise o grembiuli.

Potrete anche scegliere di dividere i vestiti tra scuola e tempo libero, in modo da facilitare anche la scelta ai vostri bambini quando devono uscire.

Se avete più di un figlio e magari non siete sempre voi a vestirli, la nonna o la baby sitter potrebbero avere bisogno di un aiuto. Potrete quindi ricorrere a delle etichette adesive da mettere sui cassetti per indicarne il contenuto.

Ad ogni cambio di stagione poi conviene fare una selezione dei capi e scegliere cosa tenere, cosa conservare per secondi figli, cugini, parenti e amici e cosa invece dare via. Conservate sempre tutto in scatole etichettate e divise per età: questo sarà molto pratico quando dovrete darli a qualcuno o riutilizzarli per i vostri figli minori.

Non buttate via i capi se ancora sono indossabili, se non sapete a chi darli potete contattare qualche associazione che si occupa dei bambini più sfortunati e darli a loro.

E le scarpe e gli accessori? Se preferite togliere le scarpe prima di entrare in casa e avete spazio all’entrata, potrete allestire una scarpiera e metterle lì. Anche per sciarpe, cappelli, guanti e cinture sarebbe preferibile lasciarle all’entrata, magari in una apposita scatola. Se avete spazio nell’armadio potete collocare le scarpe e gli accessori in basso, in scatole apposite oppure in sacchetti trasparenti per una maggiore igiene.

LEGGI ANCHE: LA MODA GENDERLESS PER BAMBINI E RAGAZZI CHE PIACE ANCHE AI GENITORI

Ecco quindi i nostri consigli per organizzare l’armadio dei vostri bambini e risparmiare tempo e fatica sia nei cambi di stagione che nelle attività quotidiane.

organizzare l'armadio dei bambini
immagine da adobestock

E voi unimamme come avete organizzato lo spazio nell’armadio dei bimbi?

Per restare sempre aggiornato su notizie, richiami e tanto altro continua a seguirci su GoogleNews.