Come pulire i sanitari del bagno: pochi trucchi per averli splendenti

Il bagno è il luogo della casa che più di tutti richiede una pulizia giornaliera e approfondita. Per ogni sanitario, però, vanno utilizzati accorgimenti e prodotti differenti, ecco quali.

Come pulire sanitari

Il bagno è sicuramente il luogo della casa più utilizzato da tutta la famiglia. Di conseguenza, è necessario assicurare ogni giorno la giusta igiene a tutti i sanitari utilizzando prodotti efficaci in grado di eliminare sia lo sporco che gli eventuali batteri.

E’ proprio ai sanitari, infatti, che va prestata la maggiore attenzione senza tralasciare alcun dettaglio per assicurarne l’igiene. Di conseguenza, è giusto adottare i giusti accorgimenti per evitare o eliminare le incrostazioni e renderli come nuovi.

Come pulire i sanitari

Come pulire sanitari

La pulizia del bagno riguarda diverse componenti come:

  • wc;
  • vasca o doccia;
  • lavandino;
  • piastrelle e pavimenti;

Per prima cosa, iniziate a rimuovere i tappeti, se presenti, e spolverateli con l’aspirapolvere che passerete anche sul pavimento.

Ricordate, inoltre, di togliere dal pavimento eventuali porta asciugamani, scopino o pattumiera. Così facendo, infatti, sarete agevolate nella pulizia del bagno.

Come pulire il water

Per prima cosa, cominciate con la pulizia interna del water spargendo un detersivo dal potere igienizzante aiutandovi con lo spazzolone per wc o anche con una spugnetta. Molto efficace, in questo caso, è la candeggina profumata così non solo avrete eliminato i batteri ma il vostro wc sarà anche profumato.

Utilizzando un panno in microfibra, invece, passate alla pulizia del copriwater.


Leggi anche: COME PULIRE IL FRIGORIFERO SENZA SFORZI: 5 TRUCCHI NATURALI PER AVERLO SPLENDENTE


Bidet e lavandino

Per entrambi, va evitato l’utilizzo della spugna per la pulizia della rubinetteria, per scongiurare eventuali graffi: la soluzione, dunque, è usare un panno in microfibra. Prendete quest’ultimo e spargete sopra del detersivo anticalcare. Molto efficace è anche l’aceto che potrete utilizzare ogni qualvolta vorrete dedicare ai vostri sanitari una pulizia più approfondita.

Vasca o Doccia

La pulizia della vasca va effettuata ad ogni utilizzo. Con dell’acqua calda e del sapone eviterete la formazione di incrostazioni difficili da mandare via.

Se, invece, la vostra vasca presenta delle macchie di ruggine è possibile debellarle miscelando del succo di limone con del sale; mentre per il calcare potete optare per una miscela di acqua e aceto bianco.

Proprio l’aceto è ideale anche per la pulizia della doccia. In particolare, è ideale infatti per eliminare gli aloni dai vetri, per togliere gli eventuali residui di schiuma dalle piastrelle e per togliere il calcare le componenti cromate.

Specchio del bagno

Per quanto riguarda lo specchio del bagno, optate per dell’alcool in modo tale da evitare la condensa. L’alcool, tra l’altro, non richiede la successiva asciugatura.

Pavimenti e piastrelle

Nel caso delle piastrelle,  non dovete necessariamente pulirle tutti i giorni, eccetto quelle nei pressi del lavandino e al bidet.

Per quanto riguarda i pavimenti, invece, riempite il secchio con dell’acqua calda e candeggina o qualsiasi altro detergente con potere disinfettante.

Ovviamente, utilizzando questo metodo il pavimento del vostro bagno risulterà come nuovo in pochi e semplici passaggi. Va precisato, però, che se non vi dedicate giornalmente alla pulizia del vostro bagno, si dovrà impiegare un po’ più di tempo per debellare lo sporco più ostinato.

Attenzione ai materiali

Ricordate che prima di cominciare una pulizia approfondita del vostro bagno, dovete assicurarvi del materiale con cui sono realizzati i sanitari per poi, di conseguenza, usare sostanze adatte in grado di preservarne la qualità.

Per quelli in acrilico

In questo caso, dovete optare per detergenti con ingredienti naturali come, ad esempio:

  • il limone;
  • il bicarbonato di sodio;
  • l’aceto;

In alternativa, potete optare per i prodotti presenti in commercio pensati per adattarsi a tutte le superfici più delicate.

Come pulire i sanitari in ceramica

Nel caso di sanitari in ceramica, una valida soluzione potrebbe essere quella di realizzare un composto con pochi e semplici ingredienti:

  • bicarbonato di sodio,
  • succo di limone
  • e aceto di vino bianco.

La pasta che avrete ottenuto potrà essere passata con una spugnetta sui sanitari, facendo attenzione non toccare la rubinetteria.

Il composto, inoltre, dovrà essere lasciato in posa per circa una quindicina di minuti dopodiché andrà asciugato  con una spugna.

Come pulire i sanitari colorati

Se i vostri sanitari sono colorati, anche in questo caso, ci sono diversi rimedi che possono tornarvi utili.

In questo caso, ad esempio, l’ideale è usare la candeggina pura che potrete mescolare, peraltro, a dell’acqua calda. Il prodotto potrà essere utilizzato anche per pulire l’esterno dei sanitari in modo tale da renderli splendenti e privi di qualsiasi macchia.

A proposito di candeggina questa può rivelarsi molto efficace anche per eliminare il calcare dai vostri sanitari.

Oltre alla candeggina, il percarbonato di sodio è assolutamente da provare. Non si tratta altro che di una polvere di colore bianco che va utilizzata in abbinamento a dell’acqua bollente. Il composto che avrete ottenuto sarà da versare all’interno del vostro wc lasciato agire per 15 minuti. Trascorso il tempo, tirando lo sciacquone noterete che ogni residuo di calcare sarà andato via.


Leggi anche: COME PULIRE PIANO COTTURA E GRIGLIE: 5 TRUCCHI PER UN RISULTATO ECCELLENTE


Ovviamente, al di là dei prodotti che deciderete di utilizzare, sarebbe preferibile utilizzare sempre i guanti per proteggere le vostre mani.

Unimamme cosa ne pensate di questi consigli? Li avrete trovati utili?