“Ogni giorno 4 siringhe”: il lungo dolore che ha consumato l’ex gieffina

Una confessione carica di dolore quella in cui una celebre ex gieffina ha raccontato il suo difficile percorso seguito proprio alla partecipazione al reality.

Era il 2009 quando nella casa del Grande Fratello faceva la sua comparsa lei, Sarah Nile, modella campana che poi ha legato la sua popolarità anche all’attività social, entrando nella sempre più nutrita schiera delle influencer.

ex gieffina dolore
Foto da Canva

Nella casa del Grande Fratello, Sarah si era fatta notare soprattutto per il rapporto inscindibile con la romana coinquilina, Veronica Ciardi.

Uscita da Cinecittà però il percorso della modella si è fatto notare per ben altre tematiche, prima fra tutte quella di una strada molto difficile e dolorosa intrapresa e percorsa poi per lunghi anni.

Ricordate? Ripercorriamo insieme quanto accaduto.

Confessione ex gieffina: la paura di “non farcela per lo sfinimento mentale, fisico emotivo ed economico”

Sarah Nile è tornata alla ribalta del gossip in seguito ad alcune dichiarazioni da lei stessa rilasciate sul proprio profilo Instagram, parole sofferte dedicate a descrive alcuni momenti difficili condivisi con il compagno, Pierluigi Montuoro.

Sarah Nile ex gieffina madre
Foto da Instagram @ sarahnile

“Quello che vedete è uno dei protocolli più articolati della stimolazione ormonale. Facevo da sola ogni giorno 4 siringhe di ormoni più gel estradiolo e svariate compresse di estrogeni e non – spiega via social Sarah Nile-. Si può raggiungere la meta (partorire tuo figlio) o purtroppo tentare per dieci anni e più e non farcela per lo sfinimento mentale, fisico emotivo ed economico”.

Si è così apprese come l’ex gieffina abbia scelto di affidarsi alla fecondazione assistita per vivere ancora la magia della gravidanza.

“Mi chiederete: perché? L’ho fatto per mio figlio, perché un fratello te lo trovi per tutta la vita. Dopo un mese di attesa e altri esami abbiamo visto che tutto procedeva per bene e oggi posso dire finalmente con una maggiore serenità nel cuore, che sono al mio terzo mese di gravidanza!”

Le ricerca di una seconda gravidanza è in effetti iniziata molto a ridosso della prima, sebbene però abbia poi richiesto tanto sacrificio e tanta pazienza:

“Ho concepito mio figlio Noah dopo un calvario soprattutto emotivo e mentale con tanti fallimenti e momenti di sconforto. Ma alla fine dopo tre anni ce l’ho fatta! Dopo soli 3/4 mesi dal parto cesareo (data la mia età e la mia scarsa riserva ovarica) sono tornata dalla mia dottoressa per ricominciare il percorso da capo della PMA.”

Sarah Nile entra così in quella schiera di donne famose che hanno scelto di utilizzare la propria popolarità per normalizzare momenti particolari e scelte complesse che spesso caratterizzano la vita di noi donne. Che dire dunque? Grazie Sarah e, soprattutto, tanti auguri.