Spazzolino, sai dopo quanto tempo devi cambiarlo? Non sbagliare, è importante!

Ogni quanto bisognerebbe cambiarlo: tutto quello che devi sapere sullo spazzolino da denti, non sbagliare è importante

Lavare i denti e aver cura della propria igiene orale è essenziale per stare bene e in salute. Una visita di routine e di controllo dal dentista, di tanto in tanto, ci rassicurerà in tal proposito, ma di certo nessuno di noi vuole essere costretto a tornarci oltre quanto necessario. Spazzolino, sai dopo quanto tempo devi cambiarlo? Non sbagliare, è importante!

spazzolino cambiarlo
tempo cambiarlo spazzolino (Credits pixabay)

Ci insegnano fin da bambini che lavare i denti appena svegli, a metà giornata e alla sera è importante per mantenerli sani e forti. Ci ricordano che dobbiamo spazzolare a lungo, usare il filo interdentale e a volte anche il collutorio. Eppure, a volta sbagliamo proprio alle basi, negli strumenti che utilizziamo. Lo spazzolino, ad esempio, diventa un vero e proprio ricettacolo di batteri a lungo andare. E voi, ogni quanto lo cambiate?

Cambiare lo spazzolino da denti: ogni quanto tempo? Attenzione, è importante

Sono tante le raccomandazioni che ci vengono fatte dai dentisti e dagli esperti del settore. Così come i consigli e le opinioni che ci capita di ascoltare frutto dell’esperienza altrui. C’è chi, ad esempio, preferisce non utilizzare il tappetto di copertura dello spazzolino per evitare la formazione di batteri e chi non lo tiene nel classico bicchiere sul lavandino ma ben riposto in un apposito cassetto per timore di quelli nell’aria.

Al di là dei tanti accorgimenti che possiamo avere e della cura che possiamo mettere nel lavare i denti, se finiamo per usare sempre lo stesso spazzolino è chiaro che potremmo iniziare ad avere dei fastidi causati proprio da questi batteri. Basti pensare che le setole finiscono tra i nostri denti, per eliminare placca e residui di cibo: dopo un tot di tempo risciacquarlo non sarà sufficiente, andrà sostituto. Ma ogni quanto? Scopriamolo!

cambiare spazzolino
spazzolino quando cambiarlo (Credits pixabay)

Ebbene, a quanto pare il tempo massimo entro il quale utilizzare il nostro spazzolino si aggira attorno ai tre mesi. Un lasso di tempo abbastanza lungo, bisogna ammetterlo. Scaduti i tre mesi dovremmo aver cura di cambiare lo spazzolino con uno nuovo che corrisponda alle nostre esigenze e a quelle della nostra bocca.

Ce ne sono, infatti, di diversi tipi, da quello elettrico al classico, con setole dure o morbide, testine movibili e tanto altro. Di sicuro ci viene offerta una vasta scelta per prenderci cura della nostra bocca. Le basi, però, sono fondamentali: non dimenticate, quindi, di cambiare il vostro spazzolino massimo entro novanta giorni per assicurarvi di usarlo sempre al meglio e senza possibili problemi.

Inoltre, ricordate che occorre aspettare sempre almeno mezz’ora dopo aver mangiato, prima di correre in bagno a insaponare la nostra bella dentatura: piccoli accorgimenti che ci saranno utilissimi!