Cotolette a regola d’arte: è questo il segreto per non far staccare la panatura dalla carne

Cotolette a regola d’arte: è questo il segreto per non far staccare la panatura dalla carne. Bastano pochi passaggi ed il gioco è fatto!

La cotoletta è uno dei piatti più amati da grandi e piccini. Ne esistono di diverse varianti. Dalla classica ‘orecchia di elefante’ alla milanese alla celebre cotoletta alla bolognese, senza dimenticarsi poi la Valdostana.

Cotolette a regola d'arte
Cotolette a regola d’arte. Credits: Pixabay

Insomma, ogni regione ha riproposto una sua personalissima versione di questo grande classico per andare incontro ai gusti di tutti. Ad ogni modo, c’è un passaggio che le accomuna: la panatura. Ma come è possibile fare in modo che questa non si stacchi dalla carne durante la cottura? Ecco finalmente svelato il segreto.

Cotolette a regola d’arte: il segreto per non far staccare la panatura

Come abbiamo anticipato poco fa, quest’oggi non andremo a ripassare la ricetta per fare una cotoletta a regola d’arte, ma andremo a svelare il segreto per realizzare una panatura perfetta che non si stacca dalla carne. Non importa, infatti, quale versione tu voglia portare in tavola. Ciò che conta è fare attenzione a questi dettagli ben precisi. Solo così potrai stupire tutti i tuoi ospiti e non solo con un vero capolavoro di gusto.

Fai attenzione a questi dettagli

Ebbene, se sei arrivato fin qui a leggere il nostro articolo di oggi allora vuol dire che anche tu vuoi sapere come preparare una cotoletta a regola d’arte con una panatura che non si stacca dalla carne. In generale, devi assolutamente fare attenzione a questi dettagli ben precisi:

  • asciugare la carne: l’umidità è nemica dell’impanatura, quindi prima di passarla nella farina, nell’uovo e nel pangrattato asciuga bene la carne con un pezzo di carta assorbente, così eviterai inconvenienti durante la frittura;
  • eseguire due passaggi: per realizzare una buona impanatura devi prima infarinare la carne, passarla poi nell’uovo ed infine nel pangrattato. A questo punto ci sono due scuole di pensiero. Da un lato c’è chi preferisce mettere tutto direttamente a friggere, dall’altro chi fa sempre due passaggi. In linea di massima possiamo dire che fare due passaggi dovrebbe aiutare a mantenere la panatura ben attaccata alla carne;
Cotolette a regola d'arte
Cotolette a regola d’arte. Credits: Pixabay
  • scegliere l’olio giusto: per friggere non bisogna usare un olio qualunque, ma uno di buona qualità. Meglio optare per quello di semi, in quanto ha un punto di fumo più alto. Per quanto riguarda invece la temperatura, questa dovrebbe aggirarsi intorno ai 165-180 gradi;
  • usare la carta assorbente: prima di servire la cotoletta è bene lasciarla asciugare su un piatto coperto da uno strato di carta assorbente.

Facile, non è vero? Se anche tu seguirai tutti i nostri consigli potrai portare in tavola un piatto a regola d’arte, ma soprattutto potrai evitare di far staccare la panatura dalla carne. Provare per credere!