Quando litigate poi non si fa sentire più? Ecco come devi affrontare la situazione

Quando litigate poi non si fa sentire più? Ecco come devi affrontare la situazione e come comportarti per rimediare i danni.

Una delle cose più complicate che ti possa capitare è litigare con una persona rancorosa. C’è chi riesce a dimenticare un torto subito in pochissimo tempo e chi, invece, ha bisogno di diverso tempo per sbollire la rabbia e la delusione. In amore come in amicizia, capita di litigare e, dopo lo scontro, non sentirsi per ore e ore o, addirittura, per giorni.

liitgate sentire
Ragazza triste col cellulare ( Credits Canva)

Un ‘distacco’ forzato, a cui spesso non siamo abituati e che inevitabilmente ci fa soffrire, soprattutto quando a mantenere le distanze è la persona che amiamo. Premesso che molto dipende dal motivo che ha causato il litigio, esistono alcuni consigli che possono rivelarsi molto utili per affrontare questa complicata situazione. Ecco come devi comportarti se non si fa sentire dopo un litigio.

Litigate e non si fa sentire per giorni: cosa fare in questi casi e come affrontare il problema

Avete discusso e non si fa più vivo dopo il litigio? Niente paura: nonostante sia una situazione spiacevole, non è assolutamente un segno di rottura definitiva. Al contrario, molte persone decidono di stoppare la comunicazione nei momenti di rabbia per non peggiorare le situazione, dicendo o facendo qualcosa di cui potrebbero pentirsi una volta sbollita la delusione. Avevi mai pensato a questo particolare?

Se non si fa sentire, quindi, non è il caso di disperarsi, piuttosto rifletti sulle cause del litigio, provando a fare autocritica e a metterti nei panni dell’altra persona. Cosa lo ha spinto a decidere addirittura di sparire? Se ritieni di aver sbagliato non perdere tempo: non aspettare che sia lui a cercarti e fai la prima mossa. È importante, in quel caso, far capire che ti sei resa conto di quanto è successo e chiedere scusa se pensi che ce ne sia bisogno. Ma se, invece, sei convinta che abbia sbagliato lui nonostante sia proprio lui a ‘fare l’offeso’?

Il nostro consiglio, anche in questo caso, è di mettere da parte l’orgoglio e provare a contattarlo anche se lui non lo fa. A cosa serve fare passare dell’inutile tempo, che non farà altro che inasprire la situazione? È importante, dopo un litigio, chiarire il prima possibile, esponendo ognuno le proprie ragioni e provando a trovare un punto di incontro. Non riuscirete a chiarire? Non importa: la tua coscienza sarà pulita e non potrai rimproverarti di non aver fatto di tutto per fare la pace. Se lui continua a sfuggire anche dopo il chiarimento?

litigate sentire
Ragazza triste alla finestra ( Credits Canva)

In questo caso è opportuno che tu ti chieda se lui sia davvero offeso o se la sua non sia una scusa per interrompere il rapporto senza dirlo chiaramente. Se fosse così, non avrai perso nulla.