Come tagliare le unghie di un neonato: fai così, ora non puoi più sbagliare

Come è possibile tagliare le unghie di un neonato? Fai così, adesso non puoi assolutamente più sbagliare: cosa occorre sapere.

Se sono numerose le emozioni che una neomamma prova appena abbraccia il suo bebè, sono altrettanto diverse quelle preoccupazioni che iniziano a turbarla sin da subito. D’altra parte, quando si diventa mamma per la prima volta, è tutta una novità. Ed anche la cosa più banale diventa, senza alcun dubbio, un vero e proprio dramma.

tagliare unghie neonato
cosa sapere unghie neonato – universomamma

Non solo il bagnetto, ma anche il taglio delle unghie è tra le prime operazioni da fare col proprio bebè. Attenzione, però: i migliori pediatri consigliano di tagliarle circa 20 giorni dopo la sua nascita. Perché? Il motivo è presto detto! Fino a quel momento, infatti, non si tratta affatto di vere e proprie unghie, ma di cartilagine, che sarebbe opportuno non prendere assolutamente in considerazione per evitare errori, infezioni e danni.

Una volta trascorsa questa prima fase, si può passare al vero e proprio taglio. Come si può procedere, però, in questo caso? Quali sono i passaggi da tenere bene a mente per tagliare le unghie del proprio neonato senza recargli dolore o fastidio e, soprattutto, evitando danni? Scopriamoli insieme.

Come tagliare correttamente le unghie del neonato? I passaggi da seguire

Appurato che i pediatri sconsigliano di tagliare le unghie al neonato nei suoi primi giorni di vita, dobbiamo capire quali sono quei passaggi da eseguire quando questa operazione è consentita. Siete pronti a saperne di più anche voi? Ecco tutti i dettagli.

  1. La prima cosa da fare quando si tagliano le unghie del neonato è fare in modo che il bebè si trovi in una situazione di comfort. Si tratta, infatti, di un’esperienza nuova, che sicuramente potrebbe spaventarlo. Pertanto, si consiglia di procedere con questa operazione dopo il bagnetto o subito dopo il risveglio da un sonnellino;
  2. Tenere molto ferma la mano del bambino. Si tratta di un’accortezza di estrema importanza che permette al piccolo di non farsi male;
  3. Per tagliare le unghie occorre fare un taglio diritto;
  4. Limare l’unghia nel caso il taglio non fosse stato perfetto.

Perché è importante tagliare le unghie? Anche in questo caso, è semplicissimo da capire: nei primi mesi di vita, i più piccoli sono soliti mettersi le mani in bocca. E, quindi, per evitare che quei germi che nascono e crescono sotto l’unghia possono finire direttamente nel cavo orale, sarebbe opportuno avere questa accortezza.

Cosa sono le muffole?

Un nome alquanto bizzarro, non trovate? Con questo termine, si fa riferimento ad un indumento indispensabile per il neonato e la sua incolumità soprattutto nei suoi primi giorni di vita. Quante volte, infatti, vi è capitato di vedere neonati con dei graffi sul viso? Benissimo! È proprio questa la funzione principale delle muffole: evitare che il piccolo, con le sue unghiette, possa farsi del male. Indossarle è semplicissimo, ve lo garantiamo: bisogna infilarlo sulle mani come se fossero dei guanti ed il gioco è fatto!

In commercio, esistono tantissimi tipi di muffole e di numerosi colori. I ‘dettagli’ a cui dovete fare particolare attenzione, però, sono:

  1. L’assenza di perline che possono essere facilmente ingerite dal piccolo;
  2. Un tessuto traspirante;
  3. L’assenza di pelucchi di lana che potrebbero arrecare dei danni alle via respiratorie del bebè.
unghie bebè
Taglio unghie bebè – universomamma

Cosa aspettate? Se siete agli sgoccioli della gravidanza, correte a comprare queste muffole: saranno importantissime per il piccolo.