Zenzero, tanti benefici ma occhio se hai queste patologie: rischi grosso

L’alimento in esame è sicuramente tra i più utilizzati in cucina. In particolare, oltre che per la sua versatilità è apprezzato per i suoi benefici anche se va detto che, in presenza di queste patologie, può diventare particolarmente pericoloso.

Lo zenzero è senza dubbio uno degli ingredienti che viene usato maggiormente in cucina per preparare ogni tipo di ricetta. In molti, però, non sanno che in presenza di alcune patologie in particolare è bene evitarne il consumo se non si vuole andare incontro a problemi seri di salute.

Zenzero, quando non bisogna mangiarlo
Lo zenzero, in presenza di alcune patologie, può causare gravi danni alla salute ( Universomamam.it)

Di seguito, andremo a svelarvi una volta per tutte la verità sullo zenzero fornendovi utili dritte che riguardano i benefici, ma anche le eventuali controindicazioni laddove si soffre di alcune patologie.

Zenzero: quando va consumato e perché 

Abbiamo già accennato al fatto che lo zenzero risulta essere uno degli ingredienti che oramai vengono utilizzati maggiormente in cucina. Molte persone, infatti, utilizzano l’alimento per preparare deliziosi primi piatti, ma anche secondi, contorni e dolci appetitosi. Va detto, tra l’altro, che sono tanti coloro che utilizzano la radice per trarne benefici dal punto di vista della salute preparando decotti e tisane.

Zenzero, quando mangiarlo
Zenzero, quando bisogna mangiarlo ( Universomamma.it)

Esso può rivelarsi estremamente utile nel trattamento dei tipici malanni come, ad esempio, febbre, raffreddore, tosse e catarro. Ciò è reso possibile dalla presenza di elevate quantità di vitamine B ed E come anche di sali minerali, tra cui ferro, zinco e magnesio. Oltre a ciò, la spezia in esame si rivela essere estremamente efficace contro le infiammazioni alla gola come faringite e laringite in quanto vanta anche un effetto antivirale e antimicrobico. 

E’ importante anche sapere che per alcune persone il consumo di questo alimento può rivelarsi particolarmente rischioso. Anche se in generale lo zenzero può essere considerato un benefico per la salute dell’uomo, infatti, esistono delle controindicazioni relative al suo utilizzo.

In particolare, coloro che soffrono di malattie del sangue o anche di problemi legati alla circolazione, devono fare molta attenzione ed evitare un consumo eccessivo dell’alimento. Nei pazienti affetti da emofilia e che dunque assumono farmaci specifici, si sconsiglia il consumo della radice in esame in quanto può andare ad influenzarne gli effetti.

Inoltre, lo zenzero è sconsigliato in presenza di disturbi allo stomaco in quanto, soprattutto se assunto in dosi eccessive, può favorire l’insorgere di stitichezza, gonfiore e bruciore. Per evitare che questi possano prendere il sopravvento, gli esperti consigliano di non superare la dose di 2 grammi al giorno.

Alla luce di quanto detto, nonostante in linea generale quello in esame possa essere considerato un alimento salutare, è fondamentale evitarne il consumo in presenza delle patologie appena esposte. In ogni caso, è sempre consigliabile parlarne con il proprio medico che vi aiuterà a capire se e quanto consumarne.