Uva, banane e kiwi, se soffri di questa patologia non li devi neanche guardare: ti mettono in pericolo

Alcune persone devono stare molto attente a consumare uva, banane e kiwi poichè possono diventare particolarmente molto pericolosi per la loro salute: ecco cosa c’è da sapere.

L’uva, le banane e i kiwi sono alimenti particolarmente benefici per la salute e per questo il loro consumo è consigliato dagli esperti. Sono molto ricchi di sostanze benefiche e questo li rende un vero e proprio alleato per la salute.

Uva, banane e kiwi, se soffri di questa patologia non li devi neanche guardare: ti mettono in pericolo
Non bisogna mangiare questi frutti perchè possono essere molti pericolosi -Universomamma.it

Pur trattandosi di frutti che in genere fanno molto bene all’organismo, c’è un caso in cui le banane, i kiwi e l’uva possono rivelarsi estremamente pericolosi. In determinati pazienti, infatti, finiscono per causare gravi problemi di salute di cui è bene essere a conoscenza.

Le proprietà benefiche di Uva, banane e kiwi

Come già detto, in linea di massima, i frutti in esame possono essere considerati come benefici per la salute. L’uva, ad esempio, presenta enormi proprietà anticancro grazie all’elevato quantitativo di  polifenoli e di resveratrolo. Oltre a ciò, contrasta in maniera efficace herpes simplex.

Frutti
Non mangiare questi frutti possono essere pericolosissimi — Universomamma.it

Parimenti le banane sono preziosi alleati della salute dal momento che sono ricche innanzitutto di fibre. Queste in particolare aiutano a regolarizzare il transito intestinale migliorando dunque la condizione clinica di chi soffre di stitichezza. Non solo, il frutto in esame si caratterizza per essere particolarmente ricco di antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi e di sali minerali tra cui il potassio.

Dal canto loro i kiwi non sono da meno: sono ricchi di vitamina C e per questo sono particolarmente indicati in caso di raffreddore o tipici malanni di stagione. In più sono ricchi di sali minerali tra cui fosforo, calcio e potassio, sostanze fondamentali per l’organismo. 

Uva, banane e kiwi: chi non può mangiarli 

Ciò detto, però, esistono dei casi in cui il consumo dei frutti in questione è severamente controindicato. E’ il caso di chi soffre di diabete che non è altro che una patologia che causa un innalzamento dei livelli di zucchero all’interno del sangue. Di conseguenza, la frutta in esame determina un apporto di zuccheri a rapido rilascio. Questi provocano un aumento della glicemia rapido che va, dunque, ad influenzare in maniera negativa il quadro clinico già compromesso. Com’è ovvio, è importante evitare che questa situazione si verifichi.

Alla luce di questo motivo è importante evitare di mangiarli se si soffre di questa patologia, in quanto possono rivelarsi estremamente rischiosi. Chiaramente, questo solamente in presenza del disturbo di cui sopra. In caso contrario, infatti, è bene precisare che si tratta di alimenti che devono essere inseriti in maniera regolare all’interno del proprio piano alimentare in quanto apportano un quantitativo di sostanze nutritive estremamente elevato.