Allarme parrucchieri, focolai di tigna: che cos’è e come avviene il contagio

I parrucchieri rappresentano certamente una delle categorie più amate dalle donne che amano curare la propria immagine appena ne hanno la possibilità. Alcuni clienti hanno però lanciato un allarme dopo avere contratto un virus che non può essere sottovalutato.

Tutti noi abbiamo bisogno di sentirci più belli, anche chi spesso non lo ammette e sostiene di non ritenerlo indispensabile. L’obiettivo può essere raggiunto più facilmente grazie a una categoria che spesso tende ad essere sottovalutata, quella dei parrucchieri – a cui molti affiancano anche le estetiste – frequentate ormai sia dalle donne sia dagli uomini.

Trascorrere anche solo qualche ora in loro compagnia può permettere di tornare a casa più rilassati e in pace con noi stessi proprio perché abbiamo dedicato parte del nostro tempo a curare la nostra immagine.

allarme parrucchieri salute
Allarme parrucchieri, la salute dei clienti è a rischio – Foto | Canva

I parrucchieri sono amati da tante persone

Pensare che andare dai parrucchieri significhi farlo solo per il taglio, e in alcuni casi per il colore, sarebbe certamente riduttivo. Sono tanti, infatti, i saloni che propongono ai loro clienti una serie di trattamenti che possono aiutare a ricostruire la chioma, specialmente se danneggiata dopo tanti trattamenti, o anche semplicemente se si ha la necessità di mantenerla in buono stato.

Questo è un momento quasi sacro per molti, donne in modo particolare, che hanno la possibilità di staccare dai doveri familiari e professionali e di dedicare parte del proprio tempo alla cura di se stesse. E’ proprio per questo che diventa importante stabilire un rapporto di fiducia con la persona a cui decidiamo di rivolgerci, che finisce per conoscere punti di forza e deboli dei nostri capelli e sa quindi come trattarli nel modo migliore.

Non a caso, per tanti è quasi un dovere utilizzare gli stessi prodotti che vengono sfruttati in negozio anche a casa. Del resto, online sono diversi i siti che li propongono a prezzi più vantaggiosi.

La salute dei clienti è a rischio

Nel pieno della pandemia i parrucchieri sono stati una delle categorie finite nell’occhio del ciclone, costretti a chiusure prolungate a causa del contatto stretto che si instaura nel corso del lavoro tra l’addetto e il cliente. Ora, però, il rischio sembra esserci di nuovo.

Questa volta, però, l’allarme non è legato al Covid, bensì alla tigna, altra malattia altamente contagiosa. Questo è un fungo che in genere colpisce i bambini dai sei mesi ai 12 anni di età, ma che può essere trasmesso da loro anche agli adulti. I sintomi non devono essere sottovalutati. Si parla infatti di prurito, desquamazione della zona, perdita di capelli e, in alcune occasioni, infiammazione, suppurazione, dolore o febbre.

parrucchieri rasoi
I raoi dei parrucchieri possono diffondere la tigna – Foto | Canva

Almeno per ora non si tratta comunque di un problema che coinvolge il nostro Paese, ma la Spagna, dove le segnalazioni stanno diventando particolarmente numerose. Sono diversi i giovani che vanno spesso dal parrucchiere ad averla contratta. Secondo alcuni studi, i problemi potrebbero nascere dai tagli “a scalare” (quindi anche il doppio taglio) o rasato sulla nuca. Anche gli uomini dovrebbero essere cauti: i rasoi elettrici infetti potrebbero avere contribuito alla diffusione. I gestori dei negozi dovrebbero quindi innanzitutto prestare attenzione all’igiene sia dei locali, sia degli strumenti che vengono usati ogni giorno.

Ai primi segnali “sospetti” sarebbe bene consultare un medico, un dermatologo in modo particolare, che può confermare la diagnosi e indicare la cura più adeguata.

Ci auguriamo che questa nuova ‘ondata’ non coinvolga il nostro Paese, quello che ci sentiamo di consigliarvi è di scegliere sempre di rivolgervi ad un centro pulito, sanificato e professionale: ci si augura che con queste caratteristiche tutte le attrezzature siano sempre sanificate prima di passare da un cliente all’altro!