La dieta del dottor Berrino, cosa mangiare per perdere peso e ringiovanire

Seguire una dieta non è mai semplice, le tentazioni sono all’ordine del giorno e le “ricadute” sono sempre dietro l’angolo. Eppure per invecchiare bene e in salute è essenziale seguire una dieta varia ed equilibrata e fare attività fisica. Ecco la dieta del dottor Berrino che vi farà sentire subito meglio nella vostra pelle.

Franco Berino è un medico, epidemiologo nonché direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Berrino ha pensato ad un percorso alimentare da seguire per 21 giorni e che è consigliato per perdere peso mantenendo la “curva positiva” nel tempo.

dieta sana
La dieta del dottor Berrino: ecco cosa mangiare. Foto: Pixabay

L’importante, secondo Berrino, è mantenere le buone abitudini apprese in questi 21 giorni per tutto l’arco della vita. Per questo la perdita di peso dovrà essere graduale e lo stile di vita andrà modificato lentamente, passo dopo passo. La dieta in questione è stata realizzata insieme alla Dott.ssa Valeria Galfano, Dietologo Nutrizionista e Personal Trainer.

La dieta del dottor Berrino: ecco in cosa consiste

La dieta del dottor Berrino non è quindi da essere intesa come dieta dell’ultimo minuto. Si tratta di un percorso volto a condurre per mano una persona verso una vita migliore che le permetterà anche di vivere più a lungo.

“La dieta del Dr. Berrino è un percorso di 3 settimane che permette di dimagrire e di impostare uno schema alimentare utile anche per la prevenzione del cancro”, ha dichiarato l’esperta di benessere di DiLei magazine.

dieta sana
Gli alimenti da scegliere. Foto: Pixabay

Gli alimenti da scegliere

“La dieta ideata dal Dr. Franco Berrino, anche nota come macro-mediterranea, è stata proposta come strategia nutrizionale finalizzata a raggiungere uno stato di benessere fisico e psicologico. Si tratta di un modello alimentare bilanciato, che fornisce un adeguato apporto di calorie e nutrienti, che previene la riduzione della massa magra e, di conseguenza, anche l’abbassamento del metabolismo basale”.

Per chi non lo sapesse, il metabolismo basale consiste nelle quantità di calorie che consuma un corpo a riposo. Ovvero quelle calorie indispensabili per le funzioni vitali, come la digestione, la respirazione e il rinnovo cellulare.

Gli Aspetti fondamentali della dieta suggerita dal dott. Berrino si basano sulla stagionalità e sulla provenienza degli alimenti. “Gli alimenti biologici, soprattutto in riferimento alla frutta, alle verdure e agli ortaggi, favoriscono l’eubiosi intestinale, cioè il corretto equilibrio tra microrganismi buoni e cattivi che compongono la flora intestinale”.

L’esperta inoltre aggiunge che il dott. Berrino consiglia ai suoi pazienti di raggruppare la maggior parte delle calorie tra la colazione e il pranzo e evitando, o almeno limitando, l’assunzione di cibo a cena, così da avere un maggior controllo della glicemia “fondamentale per i soggetti con diabete mellito e insulino-resistenza”

L’intervento si conclude consigliando inoltre di masticare a lungo ogni boccone, così da agevolare la digestione e di evitare qualsiasi tipo di distrazione durante i pasti, come guardare la televisione o il cellulare: “In tal modo sarà più semplice avvertire la sensazione di sazietà e limitare le porzioni”.