Bambini di 2 anni: 5 cose che nessuno vi ha mai detto

Un’esperta fornisce 5 consigli su come gestire e confrontarsi con i bambini piccoli.

 

Unimamme, vi sarà sicuramente capitato di aver perso la pazienza con i vostri bimbi di 2 anni.

La dottoressa Tovah Klein, madre di 3 bambini e direttrice del Barnard College Center For Toddler Development ha osservato bambinio per 20 anni e dalle sue osservazioni ha ricavato preziosi consigli.

Come gestire i bambini piccoli: 5 consigli

Eccone alcuni:

I bambini di 2 anni non hanno il senso del tempo 

Un genitore avrà detto al figlio: “devi andartene adesso”. Solo che i bambini piccoli  non hanno la concezione del tempo. Forse non sapete che non hanno la struttura cerebrale per quello. “Dal momento che i bimbi mancano di senso del tempo e il loro cervello di sta sviluppando non hanno interiorizzato che gli adulti usano per organizzare il tempo, controllare i loro impulsi, esprimere i bisogni, pianificare attentamente le loro azioni, gestire lo stress”.

I bambini vivono nel presente quindi quando dite: “ce ne andiamo in 5 minuti” sanno solo che non ve ne state andando in quel momento, quindi la loro risposta standard a “per quanto tempo vogliono fare una cosa” è 5 minuti.

Routine ripetute e uso di linguaggio sequenziale (prima, dopo, prossimo) aiutano ad insegnare ai piccoli il concetto di tempo, ma potrebbero non coglierlo completamente fino alle elementari.

Per loro il mondo gira intorno a potere e controllo

Fate un passo indietro e provate a considerare il mondo dal punto di vista del vostro piccino. Possono dire poco su quel che fanno, su quel che mangiano e dove vanno. I genitori hanno tutto il potere e controllo. Che cosa possono controllare i bambini? I vestiti che indossano, il cibo che mangiano, se e quando useranno il bagno, se si addormenteranno e cosa faranno e diranno… queste sono le aree in cui i genitori tendono ad avere più problemi.

Secondo la dottoressa Klein loro imparano a prendere decisione durante questo stadio e i genitori dovrebbero concedere loro tutti gli spazi per avere controllo che possono fornire. Se il vostro bimbo vi sta facendo passare un brutto quarto d’ora per vestirlo, chiedetegli quali scarpe voglia indossare per prima, la destra o la sinistra. Se le sceglie entrambe assicuratevi che ci sia qualcosa che gli piace. Fornite opzioni ma non troppe, lo aiuterà essere in controllo della situazione.

Garantisco che se vedete il vostro compito di genitori come un gioco di potere, con voi come genitori che tentate di stabilire controllo sui figli, dovrete continuare ad alzare il potere per vincere. E il piccolo, nel tempo, continuerà a combattere, mostrandovi quando forza possieda, cosa possa fare, ciò di cui ha bisogno da voi”.

La felicità non arriva cercando di farli felici

Sembra ovvio ma i bambini piccoli sono felici quando si sentono sicuri. Secondo la dottoressa Klein “un po’ di empatia e riconoscimento vanno lontano aiutano i piccoli a capire cosa sentono dando un’etichetta alle emozioni”. Se al mattino finite i cereali potreste essere tentati di correre a comprarli. Ma se vi dispiacete con loro gli dimostrerete che possono sopravvivere a questa situazione. Aiutandoli nel momento avverso, dimostrerete che possono gestirlo, gli insegnerete la resilienza.

Devono inciampare e cadere

I genitori vorrebbero realizzare un modo perfetto per i figli, senza bozzi, ferite, fallimenti e sconfitte…ma i bambini devono inciampare e cadere per diventare ciò che vogliamo diventino. I fallimenti insegnano ai bambini come superare le avversità, come diventare flessibili e sviluppare una passione.

“Crescere s svilupparsi riguarda le manie, gli scivoloni, vulnerabilità, cadute e fare errori. Un bimbo non può andare avanti a meno di fare errori attraverso il processo. Se non inciampate e cadete non prendete i rischi e la vita è sui rischi”.

Le caratteristiche che ora ci fanno impazzire sono quelle che vorremo dopo

L’indipendenza, la curiosità, la passione, la persistenza e perfino la testardaggine possono farvi impazzire. Sono i tratti che vi faranno guadagnare un appuntamento, quelli che vi fanno sembrare che il bimbo non vi stia ascoltando. Secondo la Klein questi sono i tratti che vorrete instillare nei vostri bambini e sono quelli che gli consentiranno di sbocciare in futuro.

La dottoressa Klein è l’autrice di successo di How Toddlers Thrive: What Parents Can Do Today For Children Ages 2-5 to Plant the Seeds of Lifelong Success (Come sbocciano i bambini di 2 anni: che cosa devono fare i genitori per i bambini tra 2 e 5 anni per piantare i semi di un successo lungo una vita).

Unimamme, voi cosa ne pensate dei suggerimenti raccolti da Popsugar?

Noi vi lasciamo con 7 cose da non fare quando i bimbi fanno i capricci.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta