Asia Bibi
fonte: the Globalist

Asia Bibi, la mamma accusata di blasfemia in Pakistan è finalmente libera e può lasciare il paese.

Asia Bibi può finalmente lasciare il Pakistan. Il 31 ottobre scorso la donna, il cui caso era diventato famoso a livello internazionale, era stata scagionata dal crimine di b

lasfemia. Contro questo verdetto era stato fatto ricorso. Ora però la corte suprema del Pakistan l’ha rigettato.

Asia Bibi libera di lasciare il Pakistan: la conclusione della sua storia

figlie Asia Bibi
Figlie di Asia Bibi (Photo credit Arif Ali/AFP/Getty Images)

“Basandosi sul merito, questa richiesta di revisione è rigettata” ha dichiarato  il presidente del collegio giudicante Asif Saeed Khosa.

L’avvocato della ricorrente, Ghulam Ikram, aveva chiesto che fosse un tribunale più ampio a giudicare, includendo anche religiosi islamici e ulema.

Fino a questo momento Asia Bibi si trovava sotto protezione in una zona sconosciuta del Pakistan. A sostenerla c’era il marito  Ashiq Masih, mentre le sue 3 figlie potrebbero essere già all’estero, in Canada.

Asia, che è stata detenuta per 9 anni, ha 5 figli: Nasim e Imran, e le ragazze Asha, Sidra, ed Esham, che è disabile.

Dopo la sua assoluzione gli estremisti musulmani del Tehreek avevano organizzato manifestazioni perfino violente che erano terminate solo dietro assicurazione che il caso sarebbe stato rivisto.

asia bibi
ASIF HASSAN/AFP/Getty Images

Nel frattempo più di 500 predicatori islamici pakistani hanno firmato la: Dichiarazione di Islamabad contro il terrorismo islamico, le violenze compiute in nome della religione e le fatwa emanate dagli ulema radicali. In questo documento c’è anche un riferimento ad Asia Bibi. Nella dichiarazione di Islamabad si legge che: “è responsabilità del governo proteggere la vita e le proprietà dei non musulmani che vivono in Pakistan. Il governo deve trattare con fermezza gli elementi che minacciano i luoghi sacri dei non musulmani residenti in Pakistan”.

Infine il 2019 è stato indicato come l’anno dedicato a sradicare il terrorismo, l’estremismo e la violenza settaria dal Paese“.

Noi siamo felici che ora Asia Bibi possa lasciare il suo Paese e vivere con la sua famiglia.

 

Unimamme, cosa ne pensate della conclusione di questa vicenda?