kokono Amref
Bambino africano (fonte: Amref)

Kokono, il progetto per proteggere la salute dei bambini africani curato da Amref e De-LAB.

Torniamo con piacere a raccontarvi di Amref, l’organizzazione no profit che dal 1957 si occupa di salute in Africa, con programmi che spaziano dalla cura all’educazione. Amref ha  da poco presentato, assieme a  De-LAB, una Società Benefit che affianca imprese, istituzioni e non-profit nel campo dell’Inclusive Business, Kokono, un innovativo porta-bimbo.

Kokono: il porta-bimbo che protegge i bambini e aiuta le mamme

kokono amref
Il progetto Kokono

De-LAB e Amref hanno  presentato in questi giorni a Milano, al Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, un progetto per la salute dei bambini africani fino ai 12 mesi.  Un porta-bimbo con design italiano ma che verrà prodotto e utilizzato in Africa.

Kokono™, ideato in Italia e brevettato a livello internazionale, è davvero un’innovazione: mentre salva i bambini contribuisce all’empowerment delle donne (e mamme) africane favorendo uno sviluppo sostenibile.

Come? Semplice: Kokono™ è un porta-bimbo (una specie di ovetto) progettato per aiutare le donne di comunità a basso reddito dell’Africa Sub-Sahariana, già testato e prodotto in Uganda. Qui la parola “kokono” significa “zucca vuota”. Il porta-bimbo permetterà alle mamme di tenere con sé i loro neonati ma sapendoli in sicurezza. In Uganda infatti è altissimo il tasso di mortalità infantile e le 3 principali cause sono:

  • malaria 
  • incidenti domestici
  • attacchi di roditori e rettili.

Kokono™ serve proprio a proteggere il bambino da questi rischi.

LEGGI ANCHE —> DIVENTARE MAMMA IN AFRICA: IL VIDEORACCONTO DI UNA GRAVIDANZA

Il modello di business “inclusivo” di questo progetto prevede quindi:

  • da una parte la produzione e la distribuzione in loco di questi Kokono™, grazie alla collaborazione con la Federazione delle Piccole e Medie imprese locali,
  • dall’altra lo sviluppo di moduli per l’educazione sanitaria neonatale grazie ad Amref Italia e Amref Uganda

Un progetto, unimamme, che ci piace molto. E a voi? Per approfondire vi consigliamo di seguire Amref.

LEGGI ANCHE —> L’OSTETRICA: L’IMPORTANZA DI QUESTO RUOLO PER UN FUTURO MIGLIORE