Unimamme, oggi vogliamo raccontarvi la storia di una bambina che dopo aver vissuto un grande dramma, prosegue nella sua vita riuscendo a divertirsi.

Una bimba supera una brutta malattia

Harmonie-Rose Allen è una piccola di 3 anni che, purtroppo, quando aveva solo 9 mesi, è stata colpita dalla meningite nel 2015.

Si è trattato di uno dei casi peggiori visti dai medici. Per salvarla i dottori le hanno dovuto amputare braccia e gambe.

Ora la piccolina ha delle protesi che le permettono di camminare, ma pattinare sul ghiaccio sarebbe stato difficile.

Invece Harmonie, come si nota dalle foto, si trova completamente a proprio agio sulla pista.

“Ha delle speciali imbottiture sul sedere così non scivola” aggiunge la mamma sul Daily Mail.

Alla bimba non piace indossare le protesi tutto il tempo e quindi per la famiglia è un piacere vederla in piedi e ben dritta.

“Quando non indossa le protesi i suoi rivestimenti le consentono di sviluppare la parte motrice e rinforzare la muscolatura”.

Le protesti sono il primo paio acquistato dai genitori dopo l’amputazione.

Quando la figlia le ha indossate, mamma Freya ha esclamato che era straordinario vedere sua figlia camminare nella nursery.

“Non esiste una parola come non posso” hanno scritto i genitori sulla pagina Facebook.

La comunità di Bath, una cittadina inglese, due anni fa, ha organizzato una raccolta fondi di ben 24 mila sterline per aiutare Harmonie in futuro.

La piccina necessita di nuove protesi ogni 6 mesi e avrà protesi per gambe dritte finché non si sentirà pronta per quelle con ginocchio.

Unimamme, cosa ne pensate di questa storia?

Noi vi lasciamo con la vicenda di Bebe Vio campionessa che ha perso gli arti a causa delle meningite testimonial di una campagna.