pedofilia

La pedofilia è uno dei reati più orribili da compiere nei confronti di un bambino, per questo in alcuni Paesi è punita molto severamente.

Pedofilia e castrazione chimica: i Paesi in cui è applicata

L’anno scorso, in Indonesia, è stata approvata la castrazione chimica nei confronti di chi commette violenza sessuale. Il presidente indonesiano Joko Widodo ha proposto la misura nel maggio scorso dopo una brutale violenza di gruppo ai danni di una ragazza di 14 anni.

La castrazione chimica consiste nella somministrazione di farmaci a base di ormoni che riducono il testosterone, abbassando la libido.

L’Indonesia non è il primo Paese a introdurla.

Bisogna specificare però che, nella maggior parte dei casi, non si tratta di una misura obbligatoria. Il condannato può decidere di sottoporsi alla castrazione obbligatoria per aver accesso, in cambio, alla libertà vigilata, ricevere uno sconto di pena o diminuire il rischio di recidiva.

In alcuni Paesi può essere applicata, sempre con consenso del condannato, se questi ha un’età minima tra i 20 e i 25 anni.

In Polonia dal 2009 è in vigore una legge che consente la castrazione chimica dei pedofili che hanno abusato di bambini sotto i 15 anni, la Polonia è stato il primo paese europeo a vigilare sul tema.

La castrazione chimica con il consenso del condannato e con sconto di pena è prevista negli Usa. Nel 1996 la California l’ha introdotta come pena per i pedofili, mentre la Florida ha approvato una legge simile nel 2015.

Essa è ammessa in:

  • California
  • Florida
  • Montana
  • Louisiana
  • Oklahoma
  • Georgia
  • Iowa
  • Oregon
  • Texas
  • Winsconsin

In alcuni di questi Paesi è ammessa anche la variante chirurgica, come accaduto in Louisiana dove nel 2011, un uomo di 78 anni condannato per aver molestato alcune bambine, ha deciso di sottoporsi volontariamente e a proprie spese, a questo tipo di intervento per estinguere prima la sua pena.

In Russia invece dal 2011, coloro che sono riconosciuti colpevoli di pedofilia su bambini di età inferiore ai 14 anni vengono sottoposti alla procedura, se il reato è stato compiuto su maggiori di 14 anni è necessario l’assenso del colpevole.

A incidere è l’esame di uno psichiatra forense.

Dal 2012, in Moldova, esiste la castrazione chimica obbligatoria per i pedofili, lo stesso per l’Estonia e la Macedonia.

Infine in Corea del Sud la castrazione obbligatoria è in vigore dal 2012 e viene applicata ai maggiori di 19 se il giudice decreta che il fatto potrebbe ripetersi e chi ne è vittima ha meno di 16 anni.

Infine la castrazione chimica è volontaria in:

  • Australia
  • Francia
  • Regno Unito
  • Spagna
  • Canada
  • Danimarca
  • Germania
  • Svezia

Secondo alcuni studiosi però mancano prove scientifiche sugli effetti di questa operazione, una terapia che è comunque reversibile.

Senza trattamento terapeutico e sostegno psicologico nessun trattamento può risultare efficace.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa soluzione di cui si parla su BBC e Il Tempo?

Secondo voi è efficace?