bambini contano

I bambini contano è il nome del progetto e di una web app per correggere i problemi di discalculia o difficoltà di calcolo. Lo ha sviluppato la fondazione Hpnr in collaborazione con l’Università di Padova e la fondazione Vodafone. Ecco di cosa si tratta.

I bambini contano grazie ad una nuova app

La professoressa Daniela Lucangeli che, come abbiamo visto, si occupa di disturbi specifici dell’apprendimento nei bambini, è molto attiva nella realizzazione e nell’impiego di tecniche innovative per correggere questi disturbi e migliorare le capacità dei bambini, con significativi miglioramenti non solo nei risultati scolastici, ma anche nella vita sociale e nel benessere psichico.

La professoressa, docente di Psicologia dello sviluppo all’Università di Padova, si occupa da anni di psicopatologia dell’apprendimento e per aiutare i bambini utilizza tecniche che si basano sulle emozioni e sul gioco. Così come avviene in questo caso la professoressa Lucangeli è vicepresidente della fondazione Hpnr che ha presentato la web app per risolvere i problemi di calcolo nei bambini e in particolare la discalculia, un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) che colpisce le abilità numeriche e aritmetiche.

I problemi di calcolo riguardano circa il 20% dei bambini per le difficoltà di logica e matematica e il 2% per la discalculia nello specifico.

Il progetto ha coinvolto 30 bambini di scuola primaria e secondaria con difficoltà di calcolo, impiegando una sorta di tavola pitagorica digitale, la web app, per aiutarli a risolvere attraverso il gioco i calcoli più complessi

L’esito del progetto “i bambini contano” sono stati presentati dopo un anno e mezzo di sperimentazione e lavoro dalla professoressa Lucangeli e dai suoi collaboratori. I bambini che avevano risultati migliori nella media nel calcolo sono passati dal 20% dell’inizio al 70% dopo le esercitazioni con la webapp; invece nel calcolo a mente l’aumento è stato del 34%, passando dal 10% al 44%. I bambini in 30 sessioni di potenziamento e di utilizzo guidato della webapp hanno mostrato una maggiore padronanza dei fatti numerici (tabelline), con ricadute sul calcolo.

Qui di seguito vi lasciamo alcuni video che spiegano il progetto “I bambini contano” e il suo funzionamento.

Qualche informazione in più sulla webapp costruita all’interno del progetto “I bambini contano”.

La web app della tavola pitagorica digitale sarà concessa in modo gratuito e in comodato d’uso gratuito ai partner del progetto, che potranno integrarla nelle attività di sostegno ai bambini che ne hanno bisogno.

Che ne pensate unimamme di questo progetto? Lo ritenete utile?

Sempre sui disturbi specifici dell’apprendimento vi ricordiamo il nostro articolo: Dislessia: la diagnosi precoce del pediatra per intervenire prima