etichetta

Un’esperta insegna l’etichetta ai bambini.

Etichetta per i bambini: un corso

Myka Meier, è una donna trentaseienne esperta di etichetta che insegna queste preziose conoscenze ai bambini.

La donna è stata addestrata presso la The Royal Household sotto sua Maestà la Regina.

Attualmente Myka tiene un corso: The Plaza Hotel Finishing Program dove insegna a persone di ogni età l’etichetta, appunto.

Le lezioni sono rivolte anche ai bambini nell’Eloise Tea Room. Myka è molto richiesta e vola in tutto il mondo per insegnare a reali, celebrità e altri membri delle elite.

“Come genitore si desidera che il proprio figlio eccella in ogni cosa, il miglior modo di guardare al futuro è insegnargli le capacità sociali e di stare a tavola quando ancora il bimbo è piccolo”.

“Le fondamenta dell’etichetta, insegnate da piccoli sono senza pari e un investimento per il futuro. Riguardo gli obiettivi personali l’etichetta insegnata precocemente instilla buone maniere di base, la gentilezza, il rispetto, capacità sociali e sicurezze nel bambino”.

Myka sostiene che non è mai troppo presto per imparare l’etichetta . Il Principe George e la Principessa Charlotte, per esempio, hanno iniziato a imparare l’etichetta dei pranzi non appena hanno potuto stare seduti a tavola.

Naturalmente si tratta di un processo in divenire e alcune lezioni devono essere adattate all’età dei partecipanti.

Ecco 10 capacità da acquisire prima dei 10 anni:

  1. il modo giusto di tenere le posate: Myka ritiene che questo sia uno dei grandi errori che fanno spesso i bambini. Gli inglesi tengono la forchetta nella mano sinistra e il coltello nella destra per la carne, in un contesto formale si spingerà il cibo sul retro della forchetta. Gli americani tengono la forchetta con la sinistra e il coltello nella destra ma muovono la forchetta nella destra per dare un morso. Infilzano il cibo con la forchetta.
  2. come usare un tovagliolo in modo appropriato per pulirsi la bocca: ai bambini dovrebbe essere insegnato in fretta che le maniche sono per pulirsi la bocca, non per inzupparle di cibo o rovesciarlo
  3. mai masticare con la bocca aperta: “i bambini possono imparare le buone maniere appena si siedono a tavola”
  4. come preparare la tavola: essere in grado di apparecchiare la tavola va al di là di usare bene le posate. La donna condivide i dettagli in classe ma i genitori dovrebbero almeno mostrare ai figli dove si mettono le posate, i tavaglioli e le tazze e fare esercitare i bambini.
  5. non mettere i gomiti sul tavolo: Myka sottolinea che mettere i gomiti sul tavolo nella cultura Occidentale è considerato maleducato. In America e in Gran Bretagna si tengono le mani sotto il tavolo mentre in molti altri paesi si possono tenere sulla tavola. “Quando si appoggiano i gomiti sulla tavola si incurva la schiena e ci si sporge sulla tavola, è anche possibile che il gomito urti qualcosa”.
  6. dire: per favore, grazie, scusami: “non appena i bambini imparano a parlare è importante insegnare segnali verbali come per favore e grazie.”
  7. come mostrare un linguaggio del corpo positivo: insegnare a dire a un bambino grazie e per favore non ha molto valore se un bambino brontola e incrocia le braccia
  8. mai commentare l’aspetto di qualcuno, a meno di dire qualcosa di carino: i bambini sono onesti e questo può essere imbarazzante, se sapranno che è consentito fare solo commenti positivi non diranno mai: “papà, quelle donna è brutta”. I commenti positivi devono essere incoraggiati.
  9. non puntare il dito o fissare
  10. non interrompere gli adulti quando stanno parlando o qualcun altro
  11. come presentarsi in modo appropriato: insegnare ai piccoli a dire il proprio nome e a stringere la mano è l’inizio, ma è importante anche introdurre un amico a un altro.
  12. non chiamare un adulto con un il primo mese a meno che sia richiesto
  13. scrivere una lettera di ringraziamento e perché
  14. bussare sempre a una porta prima di aprirla: questo può prevenire momenti imbarazzanti. “Prima si insegna ai bambini l’etichetta e prima diventa un comportamento giornaliero
  15. perché è importante invitare qualcuno ad aggiungersi a un gruppo se è da solo: riconoscere il bisogno degli altri significa mostrare compassione e avere buone maniere, ma inizialmente i bambini avranno bisogno che un adulto gli indichi chi invitare.
  16. come vestirsi e curarsi per un’uscita
  17. come rispondere educatamente al telefono: rispondendo al telefono i bimbi dovrebbero dire: “ciao”, buongiorno, buon pomeriggio, buona sera o ciao, come posso aiutarti? Il bambino dovrebbe chiedere chi parla. I bambini non dovrebbero presentarsi subito per ragioni di sicurezza
  18. mantenere il contatto degli occhi mentre si parla con una persona
  19. coprire la bocca quando si starnutisce o tossisce
  20. quando usare la voce all’interno e all’esterno

 

“Tutto questo dovrebbe essere insegnato quando i bambini sono piccoli, ma non c’è limite di età” precisa Myka.

Unimamme, voi cosa ne pensate di queste regole presentate sul Daily Mail?

Noi vi lasciamo con 15 regole sull’educazione dei figli da parte di un’esperto.