gemelli con leucemia  2

Una mamma è devastata dopo aver appreso che entrambi i suoi gemelli hanno la leucemia.

Nicole Duhaney è una mamma ventenne che ha deciso di chiedere aiuto in un momento molto drammatico per la sua famiglia.

gemelli molto malati: la loro storia

La donna ha dato alla luce i suoi gemellini Emre ed Elijah prima di Natale ed è stata suito messa alla prova.

Dopo 3 settimane dal parto il gemellino più piccolo, Elijah, più giovane del fratello di 44 minuti, ha iniziato a mostrare uno strano rigonfiamento sulla guancia destra.

Entrambi i piccoli hanno iniziato ad avere un raffreddore che non andava mai via. Nonostante le rassicurazioni del pediatra sul loro stato di salute, hanno cominciato ad accusare anche dolori allo stomaco.

Le paure dei genitori sono aumentate quando hanno notato che il rigonfiamento sulla guancia destra di Elijah si era ingrossato e che anche Emre ne aveva sviluppato uno.

gemelli con leucemia 3

I piccoli sono stati sottoposti ad esami del sangue che però non hanno segnalato niente di anomalo, così i genitori hanno consultato un dermatologo.

L’esperto ha ipotizzato che i gemellini soffrissero di necrosi del grasso, dove il corpo lotta per annullare le particelle di grasso.

Il 22 Aprile scorso i problemi di vomito si sono intensificati e mamma Nicole non riusciva più a mettere giù Emre senza che piangesse.

“Lui era così appiccicoso, non riuscivo a metterlo giù senza che piangesse, dovevo chiamare mia mamma per tenerlo mentre andavo al bagno”.

Il suo respiro, poi, si è fatto ancora più pesante.

Così la mamma ha chiamato un’ambulanza. “Lui è stato messo sotto ossigeno, era un gran caos”.

Dopo alcuni test, tra cui i raggi X, gli è stata diagnosticata una bronchiolite. Nel frattempo anche la salute di Elijah è peggiorata ed è finito anche lui in ospedale.

La salute di questo piccino è peggiorata a tal punto da dover essere messo in coma e trasferito a un reparti intesivo presso il Leeds Children’s Hospital.

Il giorno dopo mamma Nicole ha capito che c’era qualcosa che non andava perché i medici volevano parlarle solo in presenza del suo partner.

Ci hanno detto che i test rivelavano che Elijah aveva la leucemia, non mi sembrava reale”.

Quando uno dei consulenti ha detto di essere preoccupato per il sangue di Emre e lui ha iniziato a presentare gli stessi sintomi del fratello è stato un caos, hanno confermato che entrambi avevano la leucemia mieloide acuta. Sapendo che entrambi avevano il cancro il nostro mondo è andato in pezzi. L’unica notizia buona era che sebbene la loro condizione fosse molto dura da trattare nei bebè non era impossibile.

Ora pare che la terapia stia funzionando e che il gonfiore stia diminuendo. “La parte più dura si verificherà tra un paio di settimane, quando gli effetti collaterali colpiranno. Ho pianto di gioia lunedì, perché erano trascorsi 8 giorni da quando avevo visto Elijah sorridere. Ho pianto lacrime di gioia perché non l’avevo visto ridacchiare da tanto tempo. Quando loro sono felici lo siamo anche noi, stanno indirizzando le nostre emozioni”.

“I nostri bambini hanno una malattia che minaccia la loro vita, non abbiamo altra opzione che rimanere positivi.”

La mamma ha aggiunto che i suoi piccoli ricevono tutte le cure possibili all’ospedale di Leeds. I genitori devono restare in ospedale per un minimo di 6 settimane e sono grati all’organizzazione nazionale che consente loro di stare vicino ai loro piccini nel momenti difficili.

Su Go Fund me è stata istituita una raccolta fondi per aiutare la coppia e questa ha raggiunto la cifra di 2725 sterline in poco tempo.

“Tutto quello che posso dire è grazie a tutte le persone che hanno donato per aiutare la nostra famiglia nella strada verso il ricovero. Ma ancora più importante voglio ringraziare coloro che hanno speso del tempo per inviarci parole di conforto e sostegno perché è ciò che ci ha aiutati ad andare avanti, quando ho sentito i medici dirmi per la prima volta che i miei figli avevano il cancro ero a pezzi. Non riuscivo a vedere un’uscita e avevo rinunciato ancor prima di iniziare la battaglia.

Ciò che posso dire è che tutti mi hanno dato la speranza che forse potrei farcela e questo per me significa così tanto da non poter iniziare a descriverlo. Non riesco a mentire, sono spaventata e vorrei fare a cambio con loro in un secondo, ma fino adesso sono stati molto forti. Io sono tanto orgogliosa di loro. Non posso lasciare che la paura sia più forte della mia speranza”.

Unimamme, cosa ne pensate di questa storia raccontata sul Daily Mail?

Leggi anche > Leucemia e bambini: la poesia come terapia