Home Mamma & Co. Accade nel mondo “Mio figlio chiamato mostro vuole suicidarsi”: l’appello di un papà ai genitori

“Mio figlio chiamato mostro vuole suicidarsi”: l’appello di un papà ai genitori

CONDIVIDI

Un bambino non può desiderare il suicidio a soli 7 anni. Eppure è quello che è accaduto a Jackson, un bambino chiamato mostro dai suoi compagni e vittima di atti di bullismo a causa della malattia rara che lo ha colpito. Jackon vive negli Stati Uniti, in Idaho, e la sua storia si è diffusa dopo che il padre ha pubblicato un messaggio straziante su Facebook.

Il bambino chiamato mostro per colpa di una malattia rara

Jackson (Dan Bezzant Facebook)

È sempre un grandissimo dolore per un genitore quando non riesce ad alleviare le sofferenze fisiche e morali di un figlio. Quando poi un bambino dice ad un padre di volersi suicidare a causa delle cattiverie di cui è fatto bersaglio a scuola, allora per un genitore è un colpo al cuore.

È quello che accaduto al piccolo Jackson, 8 anni non ancora compiuti, affetto da una malattia rara che gli ha deformato il viso e lo ha reso vittima delle cattiverie dei compagni di scuola. Il bambino viene insultato, chiamato mostro e fatto addirittura oggetto di lancio d pietre. Una situazione talmente insopportabile che il piccolo Jackson ha detto al padre di volersi uccidere.

Il bambino è affetto dalla sindrome di Treacher-Collins, una malattia congenita, di cui vi abbiamo già parlato, che provoca delle deformità alla testa e al collo. Purtroppo le persone che ne soffrono di questa malattia oltre ad avere il viso per sempre deformato, nonostante le cure e gli interventi chirurgici per sistemarlo – deformità che causano anche gravi problemi fisici, soprattutto respiratori – sono spesso vittime di pregiudizi e disprezzo da parte della gente. In pochi infatti conoscono questa malattia, mentre la cattiveria gratuita è sempre attiva.

Dopo la sconcertante confessione di Jackson, il bambino chiamato mostro, di volersi suicidare, suo padre Dan Bezzant ha lanciato su Facebook un accorato appello rivolto a tutti i genitori, invitandoli ad educare i propri figli sui bambini che soffrono di malattie rare e hanno particolari esigenze.

Il mio cuore è a pezzi… è come se mi avessero strappato l’anima dal petto.

Mio figlio, questo bellissimo giovane uomo, è costretto a sopportare una raffica costante di commenti sprezzanti e ignoranza che non ho mai visto.

Tutti i giorni i compagni di scuola lo chiamano brutto, mostro. Lui parla di suicidio e non ha ancora 8 anni.

Dice di non avere amici e che tutti lo odiano. I bambini gli lanciano pietre e gli gridano queste parole orribili….

Per favore, per favore, fermatevi un minuto e immaginate che Jackson sia vostro figlio. Prendete un minuto educare i vostri bambini sui bisogni particolari, parlate loro della pietà e dell’amore verso il prossimo. La malattia di Jackson si chiama Treacher-Collins, potete informarvi. Ha dovuto subire pesanti interventi chirurgici e altri ce ne saranno nei prossimi anni.

Io vado avanti, ma per favore educate i vostri bambini. E condividete questo messaggio. Quello che stanno facendo a mio figlio non dovrebbe succedere a nessuno“.

Il post di Dan è diventato subito virale, con oltre 100mila condivisioni e 70mila commenti, quasi tutti di sostegno al papà e al figlio Jackson.

La sindrome di Treacher-Collins è una malattia che colpisce un bambino su 50mila. Manifesta i suoi segni soprattutto su zigomi, mandibola e orecchi, dando disturbi all’udito e anche respiratori e alimentari, per via delle ridotte dimensioni delle vie respiratorie e della ridotta apertura della bocca. Gli interventi chirurgici riducono solo parte delle anomalie.

Che ne pensate unimamme di questa storia? Condividerete l’appello di questo papà per diffondere conoscenza e consapevolezza?

Fortunatamente non tutti i bambini affetti da questa malattia reagiscono così, vi abbiamo raccontato la storia della bambina di 8 anni “la più felice” nonostante la sua malattia rara.

VIDEO Jackson il bambino chiamato mostro