Home Mamma & Co. Accade nel mondo L’allattamento al seno previene una malattia che colpisce 25 milioni di persone

L’allattamento al seno previene una malattia che colpisce 25 milioni di persone

CONDIVIDI

allattamento al seno e asma

Da un nuovo studio canadese condotto dalla dottoressa Azad emerge che il latte materno aiuta a prevenire l’asma.

allattamento al seno e asma: uno studio

L’asma causa 250 mila decessi ogni anno e colpisce 25 milioni di persone in tutto il mondo secondo le stime dell’OMS.

Di recente però, in occasione del 13° Simposio Internazionale sull’Allattamento al seno e sulla Lattazione sono stati presentati gli interessanti risultati scientifici di uno studio multidisciplinare che ha dimostrato come il latte materno possa prevenire l’asma.

In Canada le percentuali dell’incidenza delle malattie sono molto alte:

  • 1 bambino su 7 in Canada soffre d’asma

Le ultime ricerche però offrono delle speranze, studi precedenti avevano stabilito un legame tra allattamento al seno e asma e altre allergie.

Secondo gli studi l’allattamento al seno riduce il tasso di incidenza dell’asma del 40%.

La ricerca canadese è però unica nel suo genere perché ha coinvolto scienziati di 20 discipline diverse e ha utilizzato un approccio prospettico, è stato infatti effettuato un elenco di sintomi e attributi:

  • nei bambini da 0 a 5 anni,
  • nelle loro mamme
  • nei loro ambienti

La dottoressa Azad ha quindi presentato le ultime scoperte sui componenti bioattivi del latte materno che prevengono l’asma per preservarli meglio durante l’estrazione e la conservazione, soprattutto per le mamme che lavorano.

“Ci auguriamo che questo studio guidi la ricerca futura sui modi migliori per
conservare e somministrare il latte estratto e che renda più consapevoli le politiche sociali al fine di proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento al seno” dichiara la professorressa Azad.

L’asma incide sulla vita di chi ne è afflitto:

  • ricoveri in ospedale
  • assenze da scuola
  • attività ridotta
  • nei casi più gravi la morte

Gli attacchi d’asma comprimono le vie aeree e causano difficoltà respiratorie. Inoltre chi soffre d’asma cronica dorme di meno, prova maggior stanchezza diurna, è meno attivo e perde più ore di lavoro rispetto a chi non soffre questa malattia.

Sempre secondo l’OMS l’asma è la malattia cronica più diffusa nell’infanzia, è il primo motivo di assenza da scuola e una delle principali cause di ricovero in ospedale.

Ricordiano anche che si tratta di una malattia che può essere trattata e non curata.

Quindi la miglior medicina resta la prevenzione. Il latte materno può offrire prevenzione contro l’asma.

“Il latte materno rappresenta il migliore alimento possibile per il neonato. Tra i molti ed evidenti benefici dell’allattamento al seno la riduzione dell’incidenza di malattie come la dermatite atopica e l’asma è un aspetto importante” commenta  il Professor Mauro Stronati, Presidente della SIN Società Italiana di Neonatologia.

Unimamme, cosa ne pensate dei risultati di questo studio?

Noi vi lasciamo con 7 cose da sapere sui consulenti per l’allattamento al seno.