masturbarsi in pubblicoMasturbarsi in pubblico non è più reato secondo la legge: dopo una sentenza che ha assolto un uomo che si è masturbato davanti una ragazzina Salvini annuncia che vuole ripristinare il reato.

Non è la prima volta che accade, ma il caso di un 28 enne assolto a settembre dopo aver compiuto atti osceni davanti a una minore ha convinto Salvini, Ministro degli Interni, a voler scrivere una lettera al Guardasigilli per chiedergli di cambiare la legge e ripristinare ciò che è stato depenalizzato. “Giù le mani dalle donne e dai bambini” ha dichiarato.

Come riportato da Il Gazzettino di Venezia, i fatti risalgono a 4 anni fa. Una ragazzina di 16 anni di San Donà di Piave, Venezia, si era riparata in un androne per la pioggia. Qui un uomo di 28 anni, di origini albanesi, si era denudato e masturbato di fronte a lei. I genitori della ragazzina hanno poi denunciato l’uomo per atti osceni.

Nel 2016 però la legge è cambiata con il decreto legislativo n.8 che ha di fatto riscritto l’art. 527 del codice penalese il fatto accade in prossimità di luoghi frequentati da minori il reato sussiste ancora, mentre se accade altrove il reato non c’è più e l’atto osceno va punito con una semplice multa. Ed è ciò che è accaduto per il caso della bambina nell’androne: l’uomo è stato assolto e la Prefettura si occuperà della sanzione amministrativa.

Una storia che ne ricorda altre e che, evidentemente, non tiene conto della violenza “psicologica” subita in questo caso dalla minore ma in generale da qualunque donna debba essere obbligata ad assistere a un uomo che si masturba in pubblico.

E voi unimamme che ne pensate, va ripristinato il reato o no?