Una mamma ha deciso di condividere la foto della figlia vittima di bullismo ricoverata in ospedale.

Sophia è la figlia di soli 6 anni di Carrie Golledge, una mamma che ha deciso di rendere pubblica la foto della figlia vittima di bullismo. La piccola Sophia era stata presa di mira da una sadica amica che le diceva cosa mangiare, cosa fare, le vietava di giocare con le altre bambine.

Sophia aveva persino provato a raccontare quanto accadeva ai suoi insegnanti, ma loro minimizzavano e la accusavano di inventare bugie per stare al centro dell’attenzione.

I genitori della sua compagna l’hanno persino derisa sui social media, dicendo che il problema della bambina è che “aveva un cuore troppo puro“.

Per questo motivo questa mamma ha deciso di pubblicare la storia e l’immagine della bambina pubblicamente, chiedendo a tutti di condividerla.

PER CONTINUARE A RIMANERE AGGIORNATI SU QUESTIONI E STORIE CHE POSSONO RIGUARDARE I NOSTRI FIGLI CLICCATE QUI.

Ecco l’appello di questa mamma tradotto per voi:

Questo è ciò che fa il bullismo, questa è mia figlia di 6 anni, in ospedale a causa del bullismo.

Questa è mia figlia che a dispetto del fatto che sia malata non vuole che qualcuno vada nei guai.

Questa è mia figlia che ha smesso di mangiare, che ha pianto fino ad addormentarsi, che ha un’ansia così grave che ha vomitato 20 volte in un’ora durante la notte.

Questa è mia figlia, la cui migliore amica ha abusato emotivamente di lei da diventare normale.

Questa è mia figlia che ha fatto dentro e fuori dall’ospedale per innumerevoli volte a causa dell’ansia.

Questa è mia figlia che è stata bullizzata anche dai genitori dell’amica perché ha un cuore puro.

Questa è mia figlia che ha esposto i suoi problemi alla scuola, ottenendo per risposta che “i bambini di 6 anni sono bambini”.

Questa è mia figlia a cui è stato detto dalla scuola che dovrebbe essere lei a vergognarsi per essere rimasta incastrata in una porta.

Questa è mia figlia la cui scuola l’ha delusa così tanto da doverle cambiare istituto.

Questa è mia figlia, una delle tante che sta passando tutto questo.

Questa è mia figlia la cui storia è stata distorta e manipolata dalle persone che dovevano proteggerla a scuola mentre era affidata a loro.

Questa è mia figlia che non vuole che questo accada a nessun altro.

Questa è la storia di mia figlia che stiamo condividendo, ed è una delle tante.

Per favore aiutateci condividendo la sua storia. Mostratele il sostegno che la sua scuola non è stato in grado di darle.”

Il messaggio di questa mamma pubblicato su Facebook ha ottenuto 261 185 Like e 299.817 condivisioni. In tantissimi hanno manifestato solidarietà a questa mamma e a questa bambina tanto che la mamma ha dovuto aprire una pagina Facebook ad hoc: “Stand with Sophia”.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa vicenda?

Noi vi lasciamo con un modo molto semplice ma efficace per contrastare il bullismo a scuola sin da piccoli.