Un bambino di 4 mesi è morto a causa di un’infezione da pannolino.

Due genitori, il ventinovenne Zachary Paul Koehn e la sua compagna, Cheyanne Harris rischiano fino a 20 anni di carcere, sono accusati di omicidio di un bambino e della messa in pericolo del piccolo.

Il loro bambino, Sterling, un piccolo di soli 4 mesi è morto a causa della loro negligenza. Il neonato è deceduto a causa di una dolorosa infiammazione cutanea da pannolino.

Il bimbo non veniva cambiato da due settimane ed era stato talmente abbandonato da lasciare che si formassero vermi nel suo pannolino.

Il Procuratore generale che sostiene l’accusa verso i genitori del bambino ha dichiarato ai giurati che Sterling è morto da irritazione cutanea da pannolino.

A causa di questa dermatite la sua pelle si è rotta e lì si è inserito il batterio Escherichia Coli.

Il successivo report del coroner ha dimostrato che il neonato era morto anche a causa della malnutrizione, della disidratazione e dell’infezione.

Sterling pesava meno di 3 kg. Quando è stato ritrovato la sua pelle era coperta da vermi e moscerini. I vestiti indicavano chiaramente che non era stato lavato, cambiato o mosso dalla culla da più di una settimana.

Il difensore del padre del bambino ha parlato di una tragedia, non di un crimine. I genitori di sterling però non avevano solo lui, erano genitori già esperti avendo una bambina di 2 anni, che è stata trovata curata e in buona salute.

Uno degli amici del padre del bambino ha testimoniato che lui non sapeva nemmeno che avessero un altro figlio.

Inoltre è emerso che sia Zachary che Cheyennne, fossero tossicodipendenti.

Il soccorritore Toni Friedrich, arrivato dopo la chiamata del padre del piccolo al 911 per denunciarne la morte, ha dichiarato che l’uomo non aveva mostrato alcuna emozione mentre lo conduceva al luogo dove c’era il cadavere del piccino.

Quando Friedrich ha toccato il corpicino ha notato che sui vestiti vi erano delle croste e che quando ha mosso le coperte sono usciti degli insetti.

Pare che il padre della piccola vittima facesse uso di droghe e, in particolare, metanfetamine. Anche la madre era sotto trattamento per abuso di sostanze.

Unimamme, vi state chiedendo anche voi come sia potuta accadere una cosa simile?

Perché nessuno ha vigilato sul benessere di questo bambino e nessuno si è accorto che i genitori erano tossicodipendenti?

Cosa ne pensate di quanto accaduto e raccontato sul Daily Mail?

Noi vi lasciamo con la vicenda di una mamma che abusava del figlio e lo vendeva ai pedofili.