pedofiliaUnimamme, ascoltando tanti fatti di cronaca riguardanti la pedofilia vi sarà capitato di pensare quali strategie adottare per parlarne ai vostri figli, senza però spaventarli.

Molestie e abusi sui bambini: come combatterli

Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, ha cercato di fornire qualche prezioso consiglio in merito.

Lo specialista ha anche pubblicato un libro: Le parole non dette, contenente filastrocche che possono essere lette ai bambini.

A questo si abbinano alcune spiegazioni da fornire ai figli, vediamole insieme:

1- “Il tuo corpo è importante, unico e speciale”: ai bambini va spiegato che il nostro corpo è speciale e insostituibile, va conservato e reso importante. Poche persone possono toccarlo: tu stesso, i genitori quando ti lavano, ti vestono o fanno le coccole, il pediatra o i medici in caso di visite. I nonni o la baby sitter possono toccarlo se ti fanno il bagno, il papà e la mamma devono sapere cosa succede, se qualcuno toccandoti ti fa male o ti dà fastidio devi dirgli di smettere e poi parlarne con i genitori

2- “Quando sei a casa da solo, possono entrare in casa solo le persone che conoscono la “parola” d’ordine”: occorre stabilire una parola d’ordine da comunicare a chi è autorizzato ad entrare in casa e che i nonni o gli zii devono sapere quando non ci sono i genitori

3- “I grandi non possono raccontare ai bambini segreti che causano paura, ansia o spavento”: gli adulti che vogliono bene ai bambini non devono spaventarli, nessun adulto devo condividere un segreto che fa soffrire i piccoli

4- “Nessun può obbligarti a non raccontare a persone di cui si fida una cosa che spaventa o fa paura”: i piccoli devono sapere che possono sempre rivolgersi ad adulti fidati per raccontare le cose che li turbano

5- “Hai diritto a dire di NO, anche alle persone che conosci, quando le coccole ti provocano ansia o fastidio”: nessuno bacia se qualcuno glielo chiede. I gesti che indicano amore profondo non si fanno solo perché qualcuno li chiede o pretende. Se qualcuno vuole farti fare delle cose con cui non sei d’accordo devi dire no.

6- “Grida no, scappa via o dillo a qualcuno se un adulto ti mette a disagio”: i grandi che vogliono davvero bene ai bambini li rispettano, non li mettono a disagio.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questi consigli riportati su VareseNews?

Noi vi lasciamo con un approfondimento su come aiutare i piccoli a dire di no alle molestie.