selfie estremoMilano, ragazzino di 15 anni muore per un selfie estremo.

Una tragedia accaduta sabato 15 settembre, a Sesto San Giovanni, Milano. Il ragazzino era con alcuni amici in un centro commerciale, il Sarca, alle porte di Milano. Con loro ha eluso i controlli e si è arrampicato sul tetto del centro commerciale per scattarsi dei selfie, hanno raccontato poi gli i ragazzi.

selfie estremo sul tetto
Fonte: TripAdvisor

Mentre erano sul tetto uno di loro è caduto nella condotta di areazione il cui ingresso era proprio sul tetto.

E’ stata quindi chiamata la sorveglianza e i soccorsi: i vigili del fuoco del nucleo SAF, speleo-alpino-fluvialesi, sono poi calati nella condotta per recuperare il giovane. Purtroppo le condizioni del ragazzino erano gravi, l’altezza della caduta superava i 25 metri. Portato al Niguarda in ambulanza è deceduto nonostante i tentativi dei medici.

E’ stata aperta un’inchiesta per capire come i ragazzi siano riusciti ad arrivare sul tetto.

Rimane però l’assurdo vuoto lasciato a chi è rimasto e alla famiglia del ragazzino.

Questo purtroppo non un caso isolato: sono diverse le morti nel mondo associate al fenomeno dei “selfie estremi”, ossia riprendersi mentre si fanno cose pericolose, come in questo caso arrampicarsi sul tetto di un palazzo ed immortalarsi, per ricevere like magari sui social. Manca un’educazione all’uso dei social e della tecnologia ai giovani ed è ciò che diciamo sempre quando accadono tragedie legate all’uso di smartphone e web.

E voi unimamme, userete questa storia per spiegare ai vostri figli il rischio di trasgredire le regole e i pericoli che si corrono per stupidi selfie o per ottenere un like?

Vi lasciamo con un altro allarme che riguarda i giovanissimi: il pericolo “blackout” e la morte di un quattordicenne.