San Valentino, la festa degli innamorati. Una festa amata e “odiata” allo stesso tempo.

Amata soprattutto da giovani, in particolare dalle ragazze che sperano di ricevere anche solo un biglietto che dimostri loro che qualcuno le ama e le trova uniche. Amata dalle donne, che sono sempre alla ricerca di conferme. Amata dalle mamme, che si commuovono quando i figli o le figlie dedicano loro un disegno o una frase.

“Odiata”, invece, spesso dagli uomini. Ma perché? Perché i maschi, crescendo, apprendono che mostrarsi affettuosi non è da “uomini” o perché non amano sottostare a delle festività e vogliono essere liberi di decidere come e quando dichiararsi o dimostrare il loro amore, o semplicemente perché hanno troppo testosterone che non aiuta.

Ma se qualcuno dicesse loro che se “regalano” parole d’amore o doni, anche piccoli, alle loro fidanzate o mogli, questo fa bene più a loro che a chi li riceve, qualcosa cambierebbe? Secondo voi vivrebbero meglio questo giorno? Noi crediamo di si! 

E’ ciò che pensa anche un neuroscienziato americano, Paul Zak, che nei suoi anni di studi ha scoperto il ruolo di una particolare sostanza chimica del cervello che ha chiamato “The Moral Molecule”, la molecola morale.

L’esperimento di San Valentino: ecco perché agli uomini fa bene ricordarlo

Paul Zak è professore alla Claremont Graduate University ed ha scoperto il ruolo dell’ossitocina, il rinomato “ormone dell’amore”, nel favorire la fiducia tra gli estranei e la felicità nelle persone. 

Questo scienziato, chiamato anche “Professore dell’Amore“, tra i vari esperimenti ne ha condotto uno con un’azienda danese che produce cioccolato. Quest’esperimento, chiamato l’esperimento di San Valentino, ha mostrato l’effetto di questo giorno sulla felicità di un uomo. 


Nell’esperimento, ripreso e spiegato in un video dell’azienda Anthon Berg, Zak ha dimostrato come l’ormone chimico dell’ossitocina aumenti significativamente quando gli uomini fanno un regalo alla loro partner accompagnandolo con parole di amore.

Secondo questo scienziato le persone devono dare prima di ricevere amore. Le persone infatti sono più felici quando fanno un regalo e abbracciano, baciano o dicono parole di affetto alle persone a cui tengono.

Nel momento in cui la donna riceve un regalo il suo cervello rilascia ossitocina, ma nello stesso momento anche il cervello dell’uomo la rilascia.

L’esperimento è stato effettuato su 32 coppie danesi ed ha mostrato come i livelli di ossitocina nel sangue degli uomini aumentava del 27,5%.

Segue il video integrale dell’esperimento.

A noi quest’esperimento ha fatto cambiare idea sulla valenza di questa giornata particolare, e a voi unimamme? Lo mostrerete ai vostri uomini?

Vi lasciamo con la storia del santo che si festeggia oggi.