Seggiolini anti-abbandono
Seggiolini anti-abbandono

Obbligatoria l’installazione dei dispositivi anti-abbandono che vengono installati in auto per i bambini sotto i 4 anni. Possibili anche delle agevolazioni.

Sono tanti i casi di cronaca dove i genitori dimenticano i figli piccoli in macchina nel seggiolino, con conseguenze molto gravi. Per far si che non vengano più dimenticati i bambini in macchina, è stato firmato un decreto che renderà obbligatorio l’installazione in auto di seggiolini che dovranno avere un sistema di allarme per segnalare la presenza del piccolo a bordo.

Seggiolini anti-abbandono: approvata la legge per i bambini sottoi 4 anni

E’ stato firmato il decreto attuativo dell’articolo 172 del nuovo codice della strada, per prevenire l’abbandono di bambini nelle auto, da parte della ministra dei trasporti, Paola De Micheli. Diventerà obbligatorio installare dei dispositivi anti-abbandono nei seggiolini. L’obbligo diventerà legge nei prossimi giorni quando il decreto verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, come si legge dal sito dell’Ansa. I dispositivi anti abbandono sono previsti per i bambini fino ai 4 anni e ci saranno, forse, anche delle agevolazioni per l’acquisto.

Il funzionamento è molto semplice, sui seggiolino si installerà un sistema di allarme che, connesso allo smartphone, ricorderà al guidatore tramite un segnale sonoro, della presenza del piccolo passeggero a bordo, prima che lo stesso guidatore esca dal veicolo.

L’iter per l’approvazione del decreto non è stato semplice. Iniziato già a fine 2018, ma per vari motivi è stato prima bloccato e poi riscritto. La Ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, attraverso una nota ufficiale ha fatto sapere: “In considerazione dell’importanza di questi dispositivi volti a scongiurare eventi tragici come quelli accaduti negli ultimi anni sono allo studio modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto ed incrementare le relative risorse”.

LEGGI ANCHE > BAMBINO LASCIATO IN AUTO A CATANIA, IL PADRE: “HO UN GRANDE VUOTO IN TESTA”

L’obiettivo della normativa è quello di salvare più vite possibili alla luce dei tanti e troppi tristi fatti di cronaca. Tra i casi più recenti, nel 2018 una bambina di un anno è rimasta nell’auto del papà per ore, nel parcheggio della ditta dove l’uomo lavorava a Pisa. Mentre nel 2016, a Livorno, una bimba di 18 mesi fu dimenticata dalla mamma in auto e perse la vita. Per fortuna ci sono casi a lieto fine: come quello di due gemellini, nel 2011, salvati a Roma da un passante.

L’obbligo di legge scatterà solo 120 giorno dopo la sua entrata in vigore

Il decreto entrerà in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, ma come riportato da il Sole 24 ore entrerà in vigore dopo 120 giorni anche per dare il tempo necessario alle industrie di adeguarsi alla nuova normativa.

Bisognerà aspettare a comprare i dispositivi per essere sicuri che vadano a rispettare le caratteristiche tecniche fissate dal Dm. Per il momento quello che si sa è che i dispositivi dovranno essere in grado di attivarsi automaticamente e di dare un segnale di conferma dell’avvenuta attivazione. L’allarme dovrà scattare tempestivamente con segnali visivi e sonori che dovranno essere percepiti anche dall’esterno dell’auto. Inoltre, il testo prevede che i dispositivi possano essere collegati un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o di chiamate.

Il dispositivo elettronico misura la pressione corporea sullo stesso seggiolino. Il sensore viene alloggiato sotto la prima fodera del seggiolini e va a comunicare gli eventuali spostamenti del piccolo durante il viaggio, oppure se il bimbo sia ancora seduto con il motore della macchina spenta.

Il costo di questi dispositivi varia tra i 50 euro ai 100 euro per quelli che si aggiungono ai normali seggiolini. Sono previsti anche dei seggiolini che hanno il dispositivo integrato.

Se non verranno attuate le disposizioni, la violazione sarà punita con una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro, in caso di recidiva nell’arco di un biennio è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente da quindici giorni a due mesi.

Voi unimamme eravate a conoscenza di questi seggiolini anti-abbandono? Cosa ne pensate?