Dei pediatri inglesi ha creato un test per permette ai genitori di capire se il tempo che i propri figli trascorrono usando lo smartphone sia giusto.

Tablet e smartphone sono oggetti che ormai sono presenti in molte case e che molto spesso sia gli adulti e sia i bambini non possono farne più a meno.

Si passano ore intere della propria giornata a navigare in rete, a chattare, a giocare ed a vedere video (molto spesso talvolta pericolosi per i più piccoli). L’uso eccessivo e senza controllo di questi dispositivi da parte di adolescenti e bambini non è consigliabile in quanto può causare difficoltà di concentrazione e del sonno.

Un gruppo di pediatri inglesi del Royal College of Paediatrics and Child Health, preoccupati del tempo eccessivo che i bambini passano davanti allo schermo, hanno messo delle linee guida per i minori di 18 anni.

In queste linee guida è presente un test per aiutare i genitori a capire se i figli fanno un uso prolungato dei dispositivi elettronici che va ad interferire con:

  • il sonno 
  • il tempo trascorso con la famiglia
  • le attività che si devono svolgere (mangiare e studiare)

Il test per verificare se si fa un uso eccessivo dei dispositivi elettronici

Il test si compone di 4 domande che i genitori devono fare ai propri figli, volendo anche a loro stessi ed il risultato darà loro delle indicazioni su come gestire il rapporto che i figli hanno verso i dispositivi elettronici e prendere i relativi provvedimenti. Non esiste un vero e proprio limite di tempo perché non ci sono prove sufficienti per dire se l’uso degli schermi fosse sia dannoso per la salute dei bambini.

Le domande sono:

  1. Sapete quanto tempo la vostra famiglia passa davanti agli schermi?
  2. L’uso dei dispositivi interferisce con quello che vuole fare la famiglia?
  3. Gli schermi interferiscono con il sonno?
  4. Siete in grado di controllare l’impulso di fare degli spuntini mentre usate i dispositivi?

Se le risposte ai quesiti sono tutte affermative vuol dire che si può stare tranquilli ed evitare di preoccuparsi. Nel caso in cui le risposte siano negative o si hanno delle titubanze nel rispondere è meglio assicurarsi che i ragazzi non passino troppo tempo con i dispositivi.

In queste linee guida si raccomanda di non far usare i dispositivi prima di andare a dormire perché posso andare a danneggiare il sonno. Essi vanno a stimolare il cervello e la luce blu, che producono, può disturbare la secrezione dell’ormone che regola il sonno: la melatonina. Per gli studiosi la funzione “modalità notte“, presente su molti tablet, smartphone e pc, non aiuta a risolvere il problema.

Correlazione tra il tempo che si passa davanti ai dispositivi e l’obesità o la depressione

I risultati ottenuti da questo studio sono stati pubblicati sulla rivista Bmj Open ed hanno evidenziato le conseguenze negative ed i rischi che si posso avere utilizzando troppo i dispositivi elettronici.

Lo studio ha rilevato una correlazione tra i problemi dell’obesità e o della depressione e l’uso smodato dei suddetti dispositivi. Gli scienziati effettueranno studi più precisi per capire bene questa relazione ed il Dottore Max Davie sa che i genitori hanno bisogno di consigli su come gestire l’uso dei dispositivi da parte dei propri figli: “Quando si parla di tempo sullo allo schermo penso che sia importante incoraggiare i genitori a fare ciò che è sia giusto per la loro famiglia. Tuttavia, sappiamo che questa è un’area grigia ed i genitori vogliono essere aiutati. Suggeriamo che i confini, appropriati all’età, siano stabiliti e negoziati tra i genitori ed i figli, in modo chiaro“.

Consigli degli esperti per i genitori

Dalle linee guida vengono fuori dei consigli per i genitori per gestire al meglio l’uso dei dispositivi elettroni da parte dei ragazzi. Sono dei semplici consigli che facilmente possono essere messi in pratica:

  • Al momento dei pasti cercare di limitare l’uso dei dispositivi
  • Intervenire quando l’uso dei dispositivi sembra ormai fuori controllo
  • Gli stessi genitori dovrebbero diminuire l’uso delle tecnologie
  • Ricordarsi che i bambini più piccoli hanno bisogno di interagire faccia a faccia con altre persone

Leggi anche > Lo smartphone tra genitori e figli rovina le relazioni affettive

Voi unimamme lasciate molto tempo i vostri figli ad interagire con queste tecnologie? Riuscite a limitarne l’uso?