Un uomo rapito da bambino e restituito alla sua famiglia cerca le sue origini.

Bambino rapito o abbandonato? Una storia incredibile

Paul Fronczak è un uomo dal passato misterioso che, negli ultimi anni, ha cercato di indagare.

Mentre era neonato, in ospedale, una donna trasvestitasi da infermiera si è intrufolata nel reparto e ha rapito il figlio dei Fronczak.

Subito si era scatenata una caccia al bebè, ma ci sono voluti 2 anni prima che il bimbo fosse restituito ai genitori.

Un bambino di circa 2 anni era stato infatti trovato abbandonato in un centro commerciale e dato temporaneamente in affido a un’infermiera che intendeva anche adottarlo. L’FBI ha stabilito che fosse Paul.

Senza sangue e impronte digitali non era possibile stabilire con assoluta certezza che il bimbo abbandonato fosse proprio il bambino rapito ai Fronczak. I genitori però hanno insistito che un orecchio fosse uguale a quello del bebè della foto scattata il giorno della sua nascita.

Crescendo però, Paul, si è accorto di essere molto diverso dalla sua famiglia, non solo fisicamente ma anche nelle scelte di vita: amava la musica e i capelli lunghi.

A 10 anni ha trovato una scatola con dentro articoli di giornali che parlavano del suo rapimento e ha iniziato a chiedere informazioni ai suoi genitori, che però hanno tagliato corto dicendogli che si era stato rapito, ma poi ritrovato.

Ha continuato ad avere dei sospetti circa il suo rapimento e ritrovamento, e questi hanno raggiunto il culmine nel 2008 quando, in attesa di una figlia, non sapeva cosa dire ai dottori circa la sua famiglia.

Nel 2012 finalmente ha avuto il coraggio di chiedere un test del dna, e ha invitato i suoi genitori chiedendo loro di aiutarlo a cercare la verità.

Il test ha dimostrato che Chester e Dora non erano i suoi genitori naturali.

Nel frattempo Paul ha chiesto aiuto a un genetista, CeCe Moore, per rintracciare la sua famiglia d’origine. Ci sono voluti degli anni e nel 2015 Paul ha scoperto di essere Jack Rosenthal e di essere 6 mesi più vecchio di quanto pensasse.

I suoi genitori naturali erano purtroppo una donna alcolizzata e un veterano disturbato, ora entrambi morti. Non solo, ha scoperto anche di avere una sorella, un fratello e una gemella, anche lei scomparsa.

I parenti che ha ritrovato gli hanno infatto spiegato che aveva una sorella gemella, Jill, scomparsa dopo che i genitori erano stati accusati di negligenza.

Uno dei cugini gli ha raccontato che i gemelli e quindi anche Paul venivano tenuti in una gabbia e che piangevano sempre.

Paul si è quindi convinto che sia successo qualcosa di molto tragico a sua sorella e che lui sia stato abbandonato in modo che i genitori non dovessero spiegare perché erano rimasti con un solo gemello.

“Mi aspettavo di provare esultanza una volta scoperta la mia vera identità. Non è ciò che è accaduto. Perché subito dopo ho scoperto di avere una sorella gemella che non ho mai conosciuto. L’unico motivo per cui ho intrapreso il viaggio è stato di trovare il figlio scomparso dei miei genitori, Paul, se poi avessi scoperto chi ero sarebbe stato un bonus, non avrei mai immaginato che il mistero si sarebbe infittito” ha dichiarato Paul sul The Sun.

Paul ha anche provato a cercare i resti di Jill nel giardino dei genitori.

Un investigatore assunto da Paul gli ha riferito che il vero Paul Fronczak potrebbe essere un uomo deceduto anni fa in Texas.

Finché la ricerca non sarà definitivamente conclusa il protagonista di questa storia manterrà il nome di Paul. Sulla sua storia Paul ha anche scritto un libro.

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa storia?

Noi vi lasciamo con la storia di due fratelli ritrovati grazie a una foto su Facebook.