mamma presente il meteo

Una mamma presenta il notiziario meteo col figlio in spalla.

Susie Martin è una presentatrice del meteo per una rete televisiva dello Utah. Nel corso della settimana dedicata al Babywering (al portare il bambino), ha presentato il consueto appuntamento del meteo insieme a un nuovo, piccolo aiutante, suo figlio, un bimbo di 21 mesi.

Una mamma metereologa presenta il meteo con il figlio di 21 mesi

Il Babywearing consiste nel portare i bambini addosso con fasce o altri sistemi porta bebè. Susie Martin ha sottolineato che il babywering le ha consentito di legare con suo figlio durante le prime fasi dell’infanzia.

Inoltre, dal suo punto di vista il babywearing è un meraviglioso strumento per calmare il figlio mentre svolge altre mansioni.

Nel momento in cui mamma Susie ha presentato il figlio il piccolo si è addormentato. Il filmato, postato su Facebook, ha ricevuto molta attenzione online, gli utenti hanno accolto con entusiasmo l’esempio di questa mamma lavoratrice, tanto da ammettere di non aver prestato molta attenzione al meteo.

In un messaggio su Twitter la presentatrice ha scritto: “grazie a tutti per i vostri gentili messaggi di sostegno! Di sicuro non mi aspettavo tutta questa attenzione. Adoro il fatto che alcuni di voi sono stati ispirati a provare il babywearing o che voi semplicemente apprezziate l’idea. Diffondete l’amore e le coccole per i bambini“.

Alcuni spettatori hanno apprezzato in modo particolare il filmato perché mostra la realtà delle mamme lavoratrici. Hanno anche applaudito il datore di lavoro di Susie per averle consentito di condividere la sua passione nell’essere una mamma, la passione per il babywearing e il lavoro in un campo che lei ama.

Un’utente ha scritto: “adora che il suo ambiente di lavoro la sostenga. Avremmo più madri in lavori ben pagati se sapessero che i loro figli stanno bene”.

Il filmato ha ricevuto 21 923 Like.

Unimamme, cosa ne pensate di questa bella iniziativa di cui si parla su Inspire More?

Leggi anche > Chiara Ferragni: “Dura essere mamma lavoratrice”. Ma ecco perché non dovreste criticarla