L’attrice colombiana Eileen Moreno, molto famosa in Sudamerica, ha condiviso in video delle botte ricevute dal compagno Alejandro Garcia.

Il filmato si riferisce a luglio ma è stato pubblicato solo di recente e mostra la nota attrice massacrata dalla violenza del compagno attore.

Eileen Moreno ha confessato che a “scatenare” l’insensata reazione del fidanzato è stato il rifiuto di fargli leggere dei messaggi ricevuti su Instagram.

Le immagini e la denuncia, molto forti, sono arrivati a migliaia di persone. Alejandro Garcia ha negato però di essere il responsabile e per il momento non è stato indagato e sta cercando di giustificarsi dicendo che è stato provocato.

Nel video Eileen ha la faccia gonfia, il naso rotto e nei giorni successivi ha dovuto affrontare diversi interventi chirurgici, per questo motivo ha dovuto sospendere il suo lavoro.

Successivamente, a qualche giorno di distanza l’attrice ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto in cui mascherava con una mano l’occhio tumefatto.

Amiche mie quest’immagine è dedicata a tutte le donne che sono state picchiate e che hanno avuto il coraggio di denunciare in tribunale. La giustizia è dalla nostra parte” ha scritto la Moreno.

La sua denuncia ha scatenato la solidarietà di migliaia di persone che si è manifestata tramite messaggi e foto che imitano il suo gesto sotto l’hashtag #NiUnaMas e #YoSiDenuncio.

Sul suo account abbondano poi le immagini di donne e uomini che si coprono gli occhi.

Secondo uno studio dell’Onu il 37% delle colombiane ha subito violenze domestiche almeno una volta nella vita.

Martha Lucía Ramírez, vicepresidente colombiana, tramite un video su Twitter, si è presa l’impegno di arginare questa tragedia.

“C’è un momento nella storia in cui ogni donna deve sentire dietro di sé il sostegno di 25 milioni di donne e della società nel suo complesso”.

Anche lei tiene una mano sull’occhio.

Unimamme, cosa ne pensate di questa storia di cui si legge su Il Corriere?

Noi vi lasciamo con le misure di Miss Mondo però contro il femminicidio.