Home Servizi Utili Chiedi all'esperto Vaccini per donne: da fare in età fertile e in gravidanza

Vaccini per donne: da fare in età fertile e in gravidanza

CONDIVIDI

donna vaccinazione

Vaccini per donne: da fare in età fertile e in gravidanza. La nuova circolare del Ministero della Salute.

Ecco la nuova circolare del Ministero della Salute con le vaccinazioni consigliate per le donne: da fare in età fertile e in gravidanza.

Vaccini per donne: da fare in età fertile e in gravidanza

Mentre imperversano le polemiche sulle vaccinazioni in età pediatrica, tra obbligo flessibile, autocertificazione e rinvio delle sanzioni per i genitori che non vaccinano i bambini da 0 a 6 anni, che non saranno dunque esclusi dalla scuola d’infanzia, il Ministero della Salute pubblica la circolare 7 agosto 2018 sulle vaccinazioni consigliate alle donne, per la promozione della salute femminile in età fertile, in previsione e durante la gravidanza. L’obiettivo è quello di proteggere la donna e il nascituro da alcune malattie attraverso specifici vaccini.

La circolare del Ministero elenca i vaccini a cui sottoporsi in età fertile e in gravidanza, con tutte le indicazioni utili e le controindicazioni per le donne in gravidanza. Si tratta di un documento molto utile, sia come guida per le donne, per orientarsi sui vaccini importanti per la prevenzione di malattie gravi, sia come supporto per il medico di famiglia, che deve individuare per ciascuna paziente un piano di prevenzione personalizzato con la proposta delle vaccinazioni più appropriate in relazione all’età, alla condizioni e ai bisogni di salute.

Una guida pratica e utile con istruzioni all’uso delle vaccinazioni per le donne. “Si tratta di un utile strumento di orientamento che aiuterà i professionisti, e in particolare noi medici di famiglia, rispetto all’offerta vaccinale per le diverse fasi della vita delle donne“,  hanno scritto in una nota i medici di famiglia della Fimmg.

Ecco i vaccini per donne raccomandati dal Ministero della Salute:

Donne in età fertile (soprattutto se programmano una gravidanza):

  • Vaccino contro morbillo, parotite, rosolia (MPR) e varicella (MPRV)
  • Richiamo vaccino contro difterite, tetano, pertosse (dTpa)
  • Vaccino contro il Papilloma virus (HPV)
  • Vaccino antinfluenzale

In previsione di una gravidanza, è necessario che le donne siano protette nei confronti di morbillo-parotite-rosolia (MPR) e della varicella, dato l’elevato rischio, per il nascituro, derivante dall’infezione materna durante la gravidanza, soprattutto nelle prime settimane di gestazione.

Poiché sia il vaccino MPR che quello della varicella sono controindicati in gravidanza, è necessario che, al momento dell’inizio della gravidanza, la donna sia già vaccinata regolarmente (con due dosi) da almeno un mese.

Donne in gravidanza

  • Vaccino anti-influenzale inattivato
  • Richiamo vaccino contro difterite, tetano, pertosse (dTpa), nel terzo trimestre, di solito intorno alla 28a settimana, per proteggere il nascituro dalla pertosse.

Da sottolineare che la vaccinazione dTpa va fatta per ogni gravidanza, anche se la donna sia già stata vaccinata o sia in regola con i richiami decennali o abbia avuto la pertosse. Infatti, la pertosse contratta dal neonato nei primi mesi di vita può essere molto grave o persino mortale e la fonte di infezione è spesso la madre. Il vaccino dTpa si è dimostrato sicuro sia per la donna in gravidanza sia per il feto.

La vaccinazione anti-influenzale, invece, è raccomandata e offerta gratuitamente alle donne che all’inizio della stagione epidemica dell’influenza si trovino nel secondo o terzo trimestre di gravidanza.

Controindicati in gravidanza i vaccini vivi attenuati:

  • MPR o MPRV
  • Varicella, zoster
  • BCG1 (tubercolosi)
  • encefalite giapponese.

Lo schema delle vaccinazioni raccomandate, come da circolare

La circolare ministeriale recepisce le osservazioni del Nitag (Gruppo Tecnico Consultivo Nazionale sulle Vaccinazioni) arriva inoltre a pochi giorni dalle tragiche morti di due neonate per Pertosse che hanno evidenziato in modo drammatico sia l’importanza dei vaccini sia quella di offrire informazioni chiare e un adeguato orientamento alla donne in età fertile ed in gravidanza sulle vaccinazioni disponibili che possono proteggere loro stesse e i loro bambini appena nati.

La circolare ministeriale sul sito del Ministero della Salute.

Che ne dite unimamme? Vi siete sottoposte a queste vaccinazioni o lo farete?


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it