Home Mamma & Co. Accade nel mondo Varicella party a Milano: è bufera su una mamma

Varicella party a Milano: è bufera su una mamma

CONDIVIDI

varicella party polemiche

Una mamma di Milano ha invitato dalla sua pagina Facebook a partecipare ad un varicella party a casa sua. Ed è scattata la polemica. 

Domani varicella party per chi lo desidera. Vi aspettiamo alla casa di Milano!” Questo è il post pubblicato da Luana, una mamma milanese, che evidentemente non è a sostegno dei vaccini. La donna – visto che poi il caso è diventato di rilevanza nazionale – è infatti attivista del movimento Siamo, che sostiene il medico Dario Miedico, radiato nei giorni scorsi per le sue posizioni anti- vax.

Varicella party: tutti contro la mamma che l’ha proposto 

Il post è pubblico, quindi leggibile anche da tutti coloro che non sono amici e come ovvio ha scatenato un mare di polemiche tra coloro che sostengono che la varicella non sia poi una malattia così terribile (e che per questo coscientemente organizzano queste “feste” per fare ammalare i loro figli) e chi invece è a favore dei vaccini e pensa che queste persone siano degli ignoranti.

L’invito – chiamiamolo così – è stato condiviso quasi 1600 volte e ha avuto oltre 600 “mi piace”. Molti, manco a dirlo, sono di insulti: “Articolo 438 del codice penale: “chiunque cagiona un’epidemia mediante la diffusione di germi patogeni è punito con l’ergastolo”; “No, grazie, già fatta. Per la peste bubbonica quando l’organizzi?” “Perché hanno chiuso i manicomi??”  o ancora “Sono i benvenuti anche i bambini asmatici e le donne in dolce attesa immagino… non si esclude nessuno giusto? Ah e una domanda: ci si può iscrivere già per il rave dei fuochi di Sant’Antonio fra qualche anno o è ancora troppo presto?”. 

Qualcuno invece sembra sostenerla: “E il gregge all’ attacco… Certo i problemi sono questi e Cicciobello morbillino… Mi pare giusto! Ironia questa sconosciuta” oppure “Peccato abitare lontani, saremmo venuti volentieri #libertàdiscelta”.

Siamo, il movimento di cui appunto fa parte la signora Luana, scrive sulla sua pagina Facebook che il post è assolutamente ironico: “Hai un figlio con una banalissima malattia esantematica come logica vuole lo tieni in casa e fai dell’ironia del tipo ‘chi vuole partecipare al nostro varicella party?’ Apriti cielo!”.
Peccato che di ironico non ci vedano niente né l’assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Giulio Gallera né tanto meno il medico Roberto Burioni. Il primo dichiara a Repubblica: “La varicella, come il morbillo è una malattia esantematica che può avere gravissime conseguenze. Per questo è stata inserita tra quelle per le quali il vaccino è obbligatorio a partire dai nati 2017 e per questo chiunque diffonda la possibilità di epidemia è perseguibile penalmente”. Mentre Burioni scrive un post in cui dà del “campione olimpico di stupidità” a chi commette un atto così sconsiderato come il varicella party citando il campione di nuoto australiano Brenden Hall, diventato sordo e senza una gamba a causa proprio della varicella:

A sei anni ha contratto la varicella, che non solo gli ha fatto perdere il 70% dell’udito, ma gli ha anche causato un arresto cardiaco prolungato e una trombosi venosa profonda in una gamba, costringendo i medici all’amputazione. Avete capito bene: è sordo e senza una gamba a causa della varicella. Lui è stato particolarmente sfortunato, ma contrarre questa malattia da bambini e ancora più essere infettati da questo virus da adulti può essere molto grave.

Infine, se a contrarre questa malattia è una donna in gravidanza o un bambino appena nato da una madre che non gli ha trasmesso l’immunità, la cosa diventa un guaio molto molto molto grande e quasi sempre irreparabile.

Siccome c’è un vaccino molto efficace e sicuro, non esiste un motivo al mondo per non evitare a grandi e piccini questa brutta avventura.

Per cui quando incontrate l’antivaccinista di turno che pensa che la varicella sia una cosa da nulla e magari fa di tutto perché il figlio la contragga invece di vaccinarsi siete anche in questo caso di fronte ad un campione olimpionico, ma di stupidità.”

E voi unimamme cosa ne pensate?

Intanto vi lasciamo con il post che parla della varicella, i suoi sintomi e cosa fare durante il contagio.


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it