Una Tac spaziale per una diagnosi “senza dolore” ai bimbi (FOTO)

Al Bambin Gesù atterra l’Astrotac, il macchinario utile per alleviare il dolore e le paure dei più piccoli nonchè alleggerire le ansie di mamma e papà

Che l’Ospedale Bambin Gesù abbia a cuore il benessere e la salute dei più piccoli, nonché i loro genitori è ormai risaputo, ricorderete il Villaggio SOS nato proprio per aiutare, in modo concreto, le famiglie dei bambini ricoverati presso il nosocomio ma oggi vogliamo scrivere di un’altra meravigliosa notizia che arriva dalla sede di Palidoro dove è stata presentata l’Astro-Tac, un macchinario di ultima generazione e un reparto, di circa 300 mq, dove i bimbi vengono sottoposti a Tac nel quale sembra di vivere nello spazio.

AstroTac, al Bambin Gesù è arrivata la Tac Spaziale

Lo scorso novembre dal Bambin Gesù hanno lanciato la campagna “Ospedale senza dolore” per prevenire e alleviare il dolore dei bambini durante il loro ricovero e anche successivamente al periodo di ospedalizzazione. Grazie alle numerose donazioni – di enti, istituzioni e di gente comune – sono stati raccolti oltre 1.200 mila euro con i quali è stato acquistato un macchinario per la Tac davvero all’avanguardia nonché creato un reparto ad hoc dove i più piccoli, e le loro famiglie, possono affrontare i loro problemi. Un intero reparto nel quale sembra di essere nello spazio ideato per alleggerire le ansie, le preoccupazioni e il dolore dei bimbi che necessitano di cure mediche e di visite specialistiche che molte devono essere anestetizzati per garantire la buona riuscita dell’esame.

Entrando in questo nuovo reparto di Radiologia – che consta di tre ambienti principali: sala Tac con annessi locale tecnico e postazione comandi, una “recovery room” e una sala d’attesa – si viene immediatamente immersi nello Spazio, già nella sala d’attesa sembra di attraversare costellazioni e pianeti per arrivare nella sala Tac dove si trova un’enorme navicella spaziale che fa sentire il bimbo un vero e proprio astronauta.

Già gli adulti vivono un senso di costrizione e di paura entrando nel macchinario della Tac, figurarsi, poi, i pensieri e le paure che assillano le menti dei più piccoli e, di rimando, lo stress vissuto dai genitori. Ecco, dunque, come poter alleggerire le sue paure facendolo distrarre e diventare protagonista di una passeggiata nello Spazio.

L’Astro-Tac è un macchinario di ultima generazione che con la sua velocità di acquisizione dei dati accorcia i tempi dell’esame, per esempio per fare la scansione di un torace di 16 cm di un lattante servono solo 0,35 secondi, davvero un soffio. Per di più l’Astro-Tac

  • genera immagini ad alta risoluzione,
  • irradia un bassissimo dosaggio di raggi X

ed è capace di visualizzare in modo dettagliato

  • gli organi interni del corpo umano nonché
  • le strutture vascolari.

Questa Tac multistrato può essere utilizzata in diversi ambiti, ovvero:

  • neurologico,
  • scheletrico,
  • toracico,
  • addominale,
  • oncologico,
  • ginecologico,
  • vascolare,
  • cardiaco e
  • traumatologico

ed è particolarmente adatta quando il paziente non può essere sottoposto a risonanza magnetica.

Un’altra motivazione di cui andare fieri dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, fiore all’occhiello della Sanità italiana.

E voi unimamme cosa ne pensate di questo nuovo traguardo pensato per alleviare dolore, paure e ansie di bimbi e genitori?

Firma: Francesca Nicoletti

Notizie Correlate

Commenta