A che età i bambini imparano cosa sono germi e malattie? Risponde la scienza

Secondo di versi studi insegnare l’igiene ai bambini piccoli è importante: alcune ricerche spiegano perché e indicano il modo per riuscirci.

bambini e igieneInsegnare ai bambini a prendersi cura di se stessi è uno dei grandi compiti dei genitori e forse rassicurerà le mamme e papà il fatto che anche i bambini molto piccoli possano imparare cosa siano le malattie e i germi.

In uno studio portato avanti da alcuni ricercatori è stato chiesto ai bambini della scuola materna come potrebbe ammalarsi un coetaneo dopo una sequenza di eventi. Persino i bambini di 3 anni hanno saputo dare una risposta adeguata citando i germi e il contatto con fluidi corporali.

Naturalmente la loro conoscenza è ancora molto limitata. Per esempio i piccoli di 3 anni hanno difficoltà a stabilire se una persona si ammalerà il giorno seguente a causa di una serie di comportamenti rischiosi, come mangiare cibo contaminato.

Altre ricerche invece hanno sottolineato come i bimbi di 5 anni abbiamo difficoltà a  differenziare le varie malattie e pensano ad esempio che le malattie non contagiose come il cancro e la depressione siano contagiose come il raffreddore.

Ecco come si comportano i bambini con la “contaminazione”

Nel corso di uno studio condotto su bimbi da 3 a 12 anni è stato presentato un bicchiere di vetro con del succo, successivamente sono stati inseriti vari oggetti.

Poi è stato chiesto ai bambini se volessero bere la bevanda. Solo i bambini di 6 anni hanno rifiutato la bevanda dove galleggiava una cavalletta, mentre alcuni dei più grandi l’hanno bevuta nonostante tutto.

Un’altra ricerca ha mostrato che dopo aver visto un video 2 attori hanno mangiato salsa di mele da due scodelle, i bambini da 2 a 4 anni hanno mangiato salsa di mele da entrambe, anche se uno degli attori aveva starnutito in uno dei contenitori.

Dai 5 agli 8 anni i bambini sono più inclini a mangiare dalla scodella non contaminata anche se alcuni mangiano ancora da quella in cui l’attore ha starnutito.

Come insegnare ai bambini a rimanere sani? Facile, spiegando loro il perché delle sane abitudini

Una ricerca ha infine dimostrato che è possibile insegnare a bambini di 4 anni alcune sane abitudini se gli diamo le giuste indicazioni. Si è scoperto infatti che i piccoli di 4 anni sanno che toccando una persona malata possono ammalarsi loro stessi e quindi evitano di toccare i giochi di un ricercatore che aveva detto di avere il raffreddore.

Questo dimostra che persino bambini di 4 o 5 anni comprendono quanto una malattia può diffondersi, anche se i risultati migliori si sono avuti con bambini più grandi, di 6 e 7 anni.

Tale studio ci porta quindi a capire che i bambini non capiscono se voi gli diamo solo un elenco di istruzioni come:

  • lavati le mani prima dei pasti
  • non uscire senza il cappello

La chiave è spiegare in modo semplice, ma chiaro, perché lavare la mani è utile. Parlare loro dei germi e di come si diffondono è l’unica strategia per promuoverne la saluta, sin da piccolini.

Unimamme, noi vi consigliamo di leggere anche i 5 giochi per insegnare l’igiene ai bambini.

Voi come avete spiegato la necessità dell’igiene ai vostri figli?

 

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta