Obesità infantile: scoperti i batteri che la causano

I ricercatori di un ospedale italiano hanno fatto un’importante scoperta relativa all’obesità infantile.

obesità infantileLa lotta contro l’obesità si arricchisce di una nuova, importante, arma: la scoperta dei batteri coinvolti nello sviluppo dell’obesità e del fegato grasso nei bambini.

Questa importante rivelazione è stata effettuata grazie al lavoro dei ricercatori dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma.

La sua rilevanza deriva anche dal fatto che in questo modo si potranno creare degli integratori specifici “personalizzati” a base di microrganismi, i probiotici, che potranno essere utili per la cura di queste malattie.

La ricerca, pubblicata su Hepatology, descrive un modello di microbiota associato a fegato di grasso e obesità.

Gli scienziati hanno scoperto che nell’intestino di bambini obesi e con fegato grasso ci sono alcune famiglie di batteri che sono troppo numerose (si tratta della Ruminococcus e Dorea) se paragonate a quelle presenti in un soggetto sano, altre invece sono fin troppo esigue (Oscillospira).

Da questa scoperta deriverebbero anche vantaggi economici. Si calcola infatti che nel solo 2016 si spenderanno nel mondo 42 miliardi di dollari, in Italia la spesa pro capite annuale per gli integratori alimentari di cui i probiotici rappresentano la fetta più rilevante è di 47 Euro pro capite, a fronte dei 27 in Europa.

Poter disporre di pro biotici più mirati vorrebbe dire un risparmio per tutte le persone che ne usufruiscono.

Valerio Nobili, responsabile di malattie epato – metaboliche dell’Ospedale dove si è svolta la ricerca, commenta con queste parole “dallo studio emerge che per avere un fegato sano bisogna avere un intestino sano, ovvero popolato da “batteri” amici. Inoltre si evidenzia anche la necessità di una più scientifica e aggiornata prescrizione dei probiotici per i bambini”.

Riassumendo, la ricerca sottolinea l’importanza dei probiotici nell’obesità e nel fegato grasso, ma anche “la necessità di nuove associazioni e formulazioni di batteri per combattere queste patologie”.

Unimamme voi cosa ne pensate di questa scoperta?

I vostri figli soffrono o hanno sofferto di obesità?

Noi vi lasciamo con un rapporto dell’OCSE sull’obesità infantile.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta