Niente alcolici per le donne in gravidanza: ma i pareri sono discordanti

Nuove linee guida inglesi sconsigliano di bere alcolici in gravidanza alle donne che vogliono concepire e che sono nel primo trimestre.

bere alcolici in gravidanza

Medici ed esperti sconsigliano le donne circa il bere alcolici in gravidanza, ma adesso c’è una piccola aggiunta da fare a questo importante monito che le future mamme non dovrebbero mai dimenticare.

Precedentemente infatti i medici affermavano che un bicchiere di vino, occasionalmente, andasse bene, ma ora si ritratta anche su questo punto.

I dottori appartenenti alla divisione di Manchester e Salford, i quali hanno proposto la mozione desiderano che il governo avvisi le donne, in modo inequivocabile, che non si può bere alcol durante la gravidanza.

Fino adesso il Dipartimento di salute inglese avvertiva che le donne dovevano evitare l’alcol, ma che se proprio non riuscivano a farne a meno avrebbero dovuto limitarsi a uno o due bicchieri un paio di volte la settimana.

Il National Institute for Health and Care Excellence dichiara che le mamme dovrebbero astenersi dall’alcol almeno nei primi 3 mesi di gravidanza. Trascorso questo periodo, questo istituto sostiene che meno di 3 bicchieri di vino a settimana non facciano male al feto.

Il Royal College di Ostetricia e Ginecologia ha deciso però di cambiare le sue linee guida a febbraio.

Precedentemente le indicazioni consentivano un bicchiere di vino ogni tanto, ora però le linee guida suggeriscono alle donne di astenersi completamente dall’alcol mentre cercano di concepire e durante il primo trimestre, successivamente si consiglia di limitare l’alcol a due bicchieri a settimana.

Il professor Sir Al Aynsley Green invita a creare delle semplici linee guida per le donne e avvertimenti più espliciti sulle bottiglie.

Qualcuno però pensa che tutto questo sia esagerato.

Clare Murphy della British Medical Association ha riferito che se le linee guida devono subire qualche modifica dovrebbe essere per le donne che si sono ubriacate prima della gravidanza e per dire loro che non hanno fatto del male al proprio bimbo.

Nel Regno Unito, ogni anno, 6 mila bambini nascono con qualche danno causato dalle mamme dipendenti dall’alcol. Il disordine da spettro dell’alcol fetale è una delle conseguenze più comuni di questa abitudine.

 

 

Unimamme e voi cosa ne pensate di questa contesa?

Secondo voi è giusto avvertire le mamme dei possibili pericoli o è eccessivamente allarmistico?

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta