Bullismo: 11 segnali che descrivono se vostro figlio ne è vittima

Telefono Azzurro ha rilasciato una guida per scoprire se i vostri figli sono vittime di bullismo o se sono loro i bulli

bullismo


 

Unimamme, torniamo a parlarvi di bullismo, dopo il deplorevole episodio che ha visto coinvolto un ragazzino di 14 anni di Napoli vessato da tre ventiquattrenni.

Per questo motivo Telefono Azzurro, che da sempre ha a cuore la tutela dell’infanzia, ha diffuso una guida per scoprire se i vostri ragazzi sono vittima di bulli.

Episodi drammatici come quello accaduto a Napoli nei confronti di un quattordicenne non devono assolutamente ripetersi. E’ necessario dunque intervenire fin dalla prima infanzia, con percorsi educativi strutturati e condivisi, da introdurre nelle scuole di ogni ordine e grado” dichiara il portavoce di Telefono Azzurro.

Da anni questa associazione promuove attività di prevenzione, formazione, ascolto ed intervento. Attraverso il suo operato Telefono Azzurro cerca di responsabilizzare la maggioranza silenziosa degli spettatori e fornire a genitori e insegnanti consigli su come agire.

In modo particolare, questa volta, ha individuato dei “campanelli d’allarme” che dovrebbero mettere in allerta gli adulti. Ecco come scoprire se il vostro bambino è vittima di atti di bullismo:

 

  1. il figlio torna a casa con i vestiti stracciati o sgualciti
  2. i libri e quaderni del ragazzo sono rovinati
  3. il ragazzo ha lividi, ferite o graffi che non sa spiegare
  4. non invita mai i compagni di classe
  5. non trascorre del tempo coi coetanei
  6. smette di andare sul web
  7. o controlla il profilo sui social network in continuazione
  8. accusa mal di stomaco o mal di testa frequenti prima di andare in alcuni luoghi di aggregazione
  9. il ragazzo manifesta sbalzi di umore, facile irritazione, scatti d’ira
  10. chiede spesso denaro
  11. ha cali improvvisi del rendimento scolastico

D’altra parte anche il genitore di un bullo può ricevere qualche segnale dal figlio:

  1.  mostra difficoltà relazionali
  2. è spesso aggressivo verso adulti e compagni
  3. ha uno scarso rendimento scolastico
  4. è in possesso di oggetti di cui non si può spiegare la provenienza

Unigenitori e voi cosa ne pensate dell’iniziativa di Telefono Azzurro? Secondo voi questi consigli possono bastare per arginare questo terribile fenomeno?
Dite la vostra se vi va.

 

(Fonte: Vita.it/Telefono azzurro)

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta