Caffè e vino in gravidanza. Le bevande consigliate e quelle da evitare

Possiamo bere caffè in gravidanza? E un bicchiere di vino durante i pasti? Scopriamo insieme come comportarci nel rispetto del nostro corpo e del futuro bambino. La prima regola? Semplice: buon senso e moderazione.

vino e caffè in gravidanza

Cara amica, molti dei nostri articoli si soffermano sull’importanza della dieta durante la gestazione, e soprattutto dopo il parto.

Il noto filosofo Ludwig Feuerbach, diceva: “noi siamo quello che mangiamo” e se ci soffermiamo a riflettere ….è vero!

Per la proprietà transitiva, il nostro cucciolo verrà educato alla tipologia di alimentazione che noi mamme riteniamo la più consona, soprattutto dopo gli ultimi scandali riguardanti le sostanze alimentari reali trovate nei cibi che compriamo.

Particolare riguardo va quindi posto nella nostra gestante, perchè è lei la nostra “prima donna”.

In merito alle bevande, ossia alla quantità di acqua, latte e brodi vegetali e di carne, che questa deve ingerire, gli esperti consigliano di non superare il litro, nell’arco della giornata.

L’uso delle bevande alcoliche, aperitivi e liquori, deve essere evitato nella maniera più assoluta.

Si può bere il vinoUn bicchiere di vino o di birra al pasto potrebbe essere utile a quelle future mamme che siano già abituate. E’ stato, infatti, rilevato come queste bevande esplichino una azione stimolante sulla digestione, che in gravidanza potrebbe risultare molto difficile, come accade nella maggior parte dei casi.

Si può bere il caffè? L’uso del caffè è controverso. Diciamo che, in linea di massima, una tazza al mattino e una dopo i pasti non sono sconsigliate. Anche perchè la caffeina può aiutare il sistema circolatorio delle mamme. E come sappiamo sono molte le gestanti che soffrono di pressione bassa. Ma prima di ogni decisione chiedete sempre consiglio al vostro ginecologo.

Per tutte le bevande, comunque, il consiglio indistinto è: buon sensomoderazioneQualsiasi eccesso potrebbe infatti rilevarsi dannoso non solo per la mamma, ma anche per il nascituro! Moderazione significa non abusare delle libertà di scelta nella dieta che ogni mamma ha.

Ricordiamoci che non siamo sole ma in due, ed in alcuni casi i cuccioli potrebbero essere di più, pertanto nel nostro regime alimentare non possiamo essere “egoiste”, ma dobbiamo pensare, prima di tutto, a ciò che è meglio per i nostri figli! Ovviamente senza esagerare neanche in questo caso. E quindi vale sempre l’antico adagio: “In medio stat virtus”. 🙂

Firma: Carlotta Guglielman

Notizie Correlate

Commenta