Dentista cura gratis bambini poveri: non era più possibile vedere tanta sofferenza!

Un dentista, Giovanni Valenti, ha deciso di curare gratis, un giorno alla settimana, i bambini delle famiglie in difficoltà.

bimbo dal dentista

Care unimamme, tutte noi sappiamo che portare i nostri figli dal dentista per i primi controlli è molto importante, purtroppo, la crisi e la disoccupazione che affligge molte famiglie, può far passare in secondo piano, all’interno dell’economia famigliare, questa pratica.

Un dentista di Grosseto: Giovanni Valenti e sua moglie Barbara, evidentemente due persone molto sensibili e generose, hanno trovato un modo per venire incontro ai genitori dei piccoli pazienti offrendo, un giorno alla settimana, cure gratis per le famiglie bisognose.

Il dottor Valenti motiva così la sua iniziativa: “con Letizia abbiamo deciso che non era più possibile vedere tanta sofferenza nel nostro lavoro incontrare bambini con la bocca devastata, sentirci chiedere da mamme disperate se potevano pagare un’otturazione cinque euro al mese”.

Davanti alla realtà di un paese che non riesce a garantire cure e salute fondamentali per i suoi cittadini più piccoli e inermi, Valenti e moglie hanno dunque deciso di attuare questa forma di volontariato, che chissà, magari qualche altro dentista potrebbe prendere di esempio.

La notizia, manco a dirlo, si è diffusa immediatamente e nello studio di Valenti si sono presentate una decina di famiglie, la maggior parte straniere, ma anche alcune italiane.

Da parte di tutti, naturalmente c’è molta gratitudine, tanto che qualche mamma addirittura lo benedice.

Il dottor Valenti però non ci sta a farsi ritrarre come un santo e infatti ci tiene a sottolineare di essere un uomo come tanti, con le sue passioni come la musica e i viaggi nel deserto.

Valenti però, a differenza di molti suoi coetanei, poiché diciamolo, sappiamo tutti quanto sia salato il conto quando andiamo dal dentista, non ha dimenticato i sacrifici fatti per poter studiare e realizzarsi e forse proprio questo lo ha reso più attento ai bisogni del prossimo.

A quanto pare per la prossima settimana sono arrivate prenotazioni anche da fuori Toscana.

Noi speriamo con tutto il cuore che in tanti seguano il suo esempio.

E voi unimamme cosa ne pensate della sua iniziativa? Vi siete mai trovate nella situazione di non poter provvedere alla salute dei vostri piccoli a causa della mancanza di denaro?

Diteci la vostra se vi va.

 

 

 

(Fonte: Corriere.it)

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta